Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura e Sport
Categoria1__Notizie

Inaugurazione del Giardino dei Giusti di Roma

Inaugurazione del Giardino dei Giusti di Roma

Giovedi 31 marzo alle ore 16.00 sarà inaugurato il Giardino dei Giusti di Roma a Villa Pamphilj (entrata da Porta di San Pancrazio a destra dell'Arco dei Quattro Venti) nella pineta antistante Villino Corsini, una delle zone più suggestive della Villa, già teatro di battaglia in difesa degli ideali di democrazia e libertà e luogo ideale per commemorare persone la cui vita rappresenta un esempio per tutti.

Alla cerimonia interverranno rappresentanti del Comune di Roma, dell'Unione delle Comunità Ebraiche, della Comunità Ebraica di Roma, della Gariwo e dell'AdeiWizo.
 

Locandina

 

Questo traguardo è il frutto di quasi un anno di lavoro del Municipio Roma XII che, su proposta di ADEIWIZO - in accordo con la GARIWO  - ha ottenuto l'autorizzazione dall’amministrazione capitolina di destinare uno spazio dentro Villa Pamphilj, dove verranno dedicati degli alberi ai Giusti prescelti.
I Giusti sono coloro che si sono attivati, anche con rischio della vita, per contrastare la cultura del genocidio, con l’intento di vanificarne, anche in parte, gli effetti, adoperandosi in modo concreto per la salvezza dei perseguitati o intervenendo a favore della verità storica contro i tentativi di giustificare o di occultare le tracce dei misfatti e le responsabilità dei carnefici.
L'ADEI-WIZO ha raccolto l'invito della GARIWO" La Foresta dei Giusti" onlus, fondata da Gabriele Nissim, che partendo dall'idea del Giardino di Yad Vascem di Gerusalemme, ha voluto onorare chi nel mondo si oppone a tutti i crimini contro l'Umanità.
Questa Amministrazione ha fortemente voluto la creazione di un luogo che mantenga viva la memoria delle pagine più buie della nostra storia al fine di educare le giovani generazioni alla difesa della dignità umana e renderli consapevoli delle situazioni e dei meccanismi che hanno permesso il verificarsi di tali fatti disumani.

 

 

 


(Data ultimo aggiornamento 25 marzo 2016)


Invia questo articolo