Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Cultura , eventi , tempo libero
Categoria1__Notizie
Data__30/03/2016
Data__2016

Prospettive internazionali da Venezia al Macro

Gold water

Roma, 30 marzo – Approda a via Nizza il progetto From La Biennale di Venezia to MACRO. International Perspectives di Paolo De Grandis e Claudio Crescentini, che presenta l’installazione di María Verónica León Veintemilla Gold Water: Apocalyptic Black Mirrors II, curata da David Rosenberg.

 

Le installazioni internazionali esposte per il progetto provengono dalla Biennale Internazionale di Venezia - 56. Esposizione Internazionale d'Arte, ricomposte e rimodellate site-specific: mostre d’arte che hanno debuttato alla Biennale Arte arrivano a Roma e al Macro arricchite di significati, nutrite di un nuovo pubblico, modificate nel nuovo allestimento creato appositamente per il museo romano dagli artisti invitati a partecipare.

 

Promosso da Roma Capitale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, e organizzato in collaborazione con PDG Arte Communications, il progetto è inaugurato dalla mostra Gold Water: Apocalyptic Black Mirrors II di María Verónica León Veintemilla, artista fra le più interessanti dell’attuale scena artistica internazionale, recentemente premiata in Ecuador come “Donna dell’Anno” (sezioni delle Arti e della Cultura) che ripropone una sua opera esposta per la prima volta al Padiglione Ecuador della Biennale del 2015. Nella Macro Hall, due grandi container pieni di fotografie e installazioni di video arte, ispirate all’acqua e all’oro, due elementi naturali fondamentali per la salute e l’economia globale eppure legati da un paradosso: per estrarre l’oro spesso le fonti di acqua vengono distrutte. Strappati dal loro contesto originale, vengono riesaminati criticamente attraverso la storia, la società, l’economia e la cultura.

 

Le installazioni video-audio di María Verónica León Veintemilla accostano tecniche differenti come disegno, oggetti, fotografia, video e suono, tecniche interconnesse ed esposte in un “tecno-teatro” dove l’elemento acqua rivela un nuovo stato mentale come fonte di vita.

Il curatore David Rosenberg: «L’artista crea un’architettura rudimentale e temporanea all’interno dell’architettura del museo, installando un container industriale, una sorta di utero o un athanor (il forno dell’alchimista), aprendo e definendo il suo territorio. Visivamente, le varie opere esposte al Macro oscillano tra geometria caleidoscopica e ipnotica ed espressivi autoritratti sovradimensionati. Materie primarie, natura e corpo dell’artista si trasformano in vettori di espressione artistica: c’è un processo integrante dove concetti, pensieri ed emozioni si fondono e risuonano in vari modi, raggiungendo un punto di incandescenza dove un nuovo stato della mente viene creato, rigenerato e purificato».

 

Gold water: apocalyptic black mirrors ii

31 marzo – 17 aprile

Inaugurazione 30 marzo alle 18

Macro

via Nizza 138, Roma

da martedì alla domenica 10.30-19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima)

Biglietto non residenti 13,50, residenti 12,50 (ridotti 11,50 e 10,50)

Biglietto cumulativo MACRO via Nizza + MACRO Testaccio

non residenti 14,50 euro, residenti 13,50 (ridotti 12,50 e 11,50)

 

Informazioni 060608, www.museomacro.org

Segui MACRO - Museo d’Arte Contemporanea Roma su Facebook e Twitter

 

30 MAR 2016 – PR

 

 


Invia questo articolo