Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__04/08/2010
Data__2010

'Piano luce 2010-2020' per illuminare la Capitale

Lampione led Roma, 6 agosto – Presentato in Campidoglio il "Piano luce 2010-2020" approvato dalla Giunta comunale e illustrato dall'assessore ai Lavori pubblici, Fabrizio Ghera, insieme al presidente e all'amministratore delegato di Acea, Giancarlo Cremonesi e Marco Staderini, e al direttore Illuminazione pubblica Acea, Giovanni Vivarelli. Il programma di intervento prevede un investimento complessivo di 180 milioni di euro per la realizzazione di 53 mila punti luce da installare o potenziare in tutta la città, dal centro alle periferie.

Sono circa 3700 le strade coinvolte nel piano: gli impianti di illuminazione pubblica saranno infatti realizzati nelle strade, aree e siti del territorio comunale totalmente o parzialmente privi di installazioni illuminanti, o con impianti da potenziare.

"L'obiettivo - ha spiegato l'assessore Fabrizio Ghera - è portare l'illuminazione pubblica, e quindi una maggiore sicurezza, in tutta la città, intervenendo nelle zone più carenti e nelle periferie, e dando priorità alle aree totalmente non illuminate".

Il progetto, che garantirà il completamento dell'illuminazione della Capitale, punta soprattutto al risparmio energetico. Infatti, gran parte dei nuovi impianti avranno una tecnologia a led, che garantisce minori costi di gestione, consumi ridotti e migliore qualità dell'illuminazione.

Nel frattempo il Comune di Roma prosegue il "Piano straordinario" di interventi di illuminazione pubblica, avviato lo scorso anno, per raddoppiare entro il 2010 l'installazione dei punti luce, da 3.000 a 6.000, per un investimento complessivo di 20milioni di euro.


Maria Gabriella Scafati

04 AGO 2010 - MGS
 

Invia questo articolo