Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Progetti, bandi e concorsi
Categoria1__Notizie

PROGETTO GAP - STOP AL GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO

Roma, 20 luglio 2016  -  Roma Capitale, Dipartimento Politiche Sociali, in collaborazione con i Municipi e con la Fondazione Roma Solidale Onlus realizza il Progetto "Gioco d'Azzardo Patologico - GAP" per l'attivazione di sportelli di assistenza e informazione sul fenomeno.

 

Attraverso la legge regionale n. 5 del 2013 e il conseguente finanziamento di 1 milione di euro, è stata costruita la Rete regionale degli sportelli “No Slot”, che si avvale di punti di ascolto e accoglienza rivolti alle vittime del gioco compulsivo nel territorio di Roma Capitale e in ciascuno degli altri distretti socio-assistenziali della Regione.

In totale sono 80 i punti di ascolto funzionanti in 7 Municipi di Roma Capitale e in altri 67 Comuni della Regione e sul sito regione.lazio.it/stopazzardo è possibile geolocalizzare tutti gli sportelli 'No Slot' aperti sul territorio regionale con l’indicazione dei giorni e degli orari di apertura.

 

Per il Primo Municipio, lo sportello si trova presso la sede di Circonvallazione Trionfale, 19, piano V stanza 504. Lo sportello è aperto al pubblico il martedi e il giovedi con orario 14.00 / 18.00 – Tel. 06 69617903

Lo sportello è gestito dalla Fondazione Roma Solidale Onlus

Per ulteriori informazioni: 06. 95584418 / 06. 95584419 -  GAP@fondazioneromasolidale.it

 

Il compito degli sportelli è quello di accogliere le vittime in cerca di aiuto e i loro familiari, orientare ai servizi socio-sanitari presenti sul territorio, centri d’ascolto, servizi per le dipendenze delle Asl, comunità di recupero, e fare animazione nel proprio territorio, promuovendo incontri nelle scuole e nei luoghi di aggregazione sui rischi della dipendenza dal gioco d’azzardo, lavorando in sinergia con le realtà del terzo settore già impegnate su questo fronte.

Gli sportelli saranno gestiti da operatori la cui formazione è stata predisposta dalla Regione con uno stanziamento di 300 mila euro per due anni di attività tesa a fornire le competenze specifiche necessarie alla gestione e all’animazione degli sportelli sul territorio.

Infine è stato attivato un centro di ascolto regionale telefonico, al numero verde 800.001.133, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00, con l’obiettivo di fornire assistenza e orientamento al problema e segnalare le strutture assistenziali e le associazioni di volontariato presenti sul territorio.

 


Invia questo articolo