Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__26/04/2017
Data__2017

Mobilità sostenibile, partiti i lavori della Consulta cittadina

consulta cittadina mobilità

Hanno preso il via, in piena Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale, i lavori della Consulta cittadina della sicurezza stradale, mobilità dolce e sostenibilità, rinnovata a marzo scorso da una delibera dell'Assemblea Capitolina e concepita come "sede permanente di confronto e collaborazione tra soggetti pubblici e privati". Alle 15 la prima seduta ufficiale. Al mattino in Campidoglio (sala della Protomoteca) si è tenuta la presentazione alla stampa alla presenza dell'assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo, dei presidenti di Commissione Enrico Stefàno (Mobilità) e Teresa Maria Zotta (Scuola) e di Sergio Dondolini della Direzione Generale per la Sicurezza Stradale del Ministero Infrastrutture e Trasporti. 

 

"La giornata", ha informato l'assessora Meleo, "è stata organizzata da Roma Servizi per la Mobilità che, con il suo Centro di competenza sulla Sicurezza Stradale, è stata indicata dall’Amministrazione come ente di segreteria tecnica della Consulta”.

 

Obiettivo strategico: ridurre entro il 2020 del 50% il numero di decessi e del 35% quello dei feriti gravi per incidenti stradali a Roma. Si comincia dal Programma straordinario per la sicurezza stradale - Vision Zero, elaborato dal Campidoglio con "obiettivi quantitativi di breve, medio e lungo periodo" - ha spiegato Meleo - "e obiettivi qualitativi, come la messa in sicurezza di strade e intersezioni a rischio, o il rafforzamento del sistema di prevenzione e controllo da parte delle forze dell'ordine". Il piano abbraccia le finalità fissate dall'Onu e dall'Unione Europea. Importante la coralità dell'impegno: "Con lo sforzo congiunto tra amministrazione e associazioni potremo avere grandi risultati e garantire maggiore sicurezza degli utenti", ha sottolineato Meleo.

 

 

Si parte da una realtà difficile e i dati sono inequivocabili: nel 2015  a Roma si sono registrati 17.153 feriti, 173 morti e un totale di 13.128 incidenti. Occorre dunque - ha affermato Enrico Stefàno, presidente della Commissione capitolina Mobilità - "un lavoro a 360 gradi: bisogna migliorare le infrastrutture ciclabili e per la mobilità pedonale, aumentare la velocità commerciale dei bus e fare un lavoro importante sulle corsie preferenziali e di ottimizzazione delle linee, perché tutti gli utenti che togliamo dal mezzo privato e portiamo sul trasporto pubblico significano automaticamente meno incidenti e morti sulla strada". In questo senso la Consulta "è uno strumento fondamentale, appunto perché questi argomenti vanno affrontati con una visione d'insieme".  

 

L’avviso pubblico con il modulo per l’adesione alla Consulta è qui nelle pagine del Dipartimento Mobilità, insieme con gli elenchi di chi ha già aderito alla precedente Consulta cittadina e ha così potuto semplicemente confermare la propria partecipazione all’evento del 12 maggio.

 

12 MAG 2017 - RED


Invia questo articolo