Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Archivio Notizie
Categoria1__Notizie
Data__29/12/2017
Data__2017

Chiarezza nel merito dell'intervento d'urgenza eseguito il 12 dicembre presso la foce del Canale dei Pescatori

 

I quartieri di Stagni e Infernetto basso, il giorno 12 dicembre, hanno rischiato di andare gravemente sott’acqua per una falla aperta sulla sponda in destra idraulica del canale pensile Dragoncello che, riversandosi nel canale Levante, aveva determinato un loop idraulico. Le forti mareggiate, inoltre, avevano compromesso il deflusso delle acque del Canale dei Pescatori e l’intervento dell’impresa che, con contratto di manutenzione triennale, stava operando con i propri mezzi e maestranze sulla foce già dal primo pomeriggio non era più sufficiente ad arginare la gravissima e repentina occlusione totale della foce dovuta alle forti mareggiate (mare forza 7).Pertanto, considerato il precipitare degli eventi, si è reso necessario verificare in tempi strettissimi la disponibilità di un’impresa che potesse intervenire con urgenza.

 

L’Impresa SAMA, si è resa disponibile in quanto già stava operando per quel frangente in emergenza per conto del CBTAR, e poteva garantire l’intervento in tempo reale con un proprio mezzo meccanico sul posto. Infatti, dopo, solo 40 minuti dalla telefonata, la ditta era già operativa sul Canale.
Corre l’obbligo di fare presente che il Municipio X, già con note del giugno 2017, aveva chiesto al Tribunale di Roma – Misura di Prevenzione, il “Certificato dei carichi pendenti delle misure di prevenzione” ed alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, il “Certificato Casellario Giudiziale e Certificato Anagrafe Sanzioni Amministrative dipendenti da reato”. Il Tribunale Ordinario di Roma, ha comunicato che il nuovo Codice degli Appalti D.Lg. n.50/2016, art.80. comma 2, stabilisce che “costituisce motivo di esclusione quando sia intervenuto un provvedimento definitivo che dispone l’applicazione di una o più misure di cui al Codice Antimafia e la definitività delle misure viene iscritta nel Casellario Giudiziale”. Il Ministero della Giustizia, con nota del 28 giugno 2017, ha attestato che nella Banca dati del Casellario giudiziale e nell’anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato risulta “nulla” – estratto dal Casellario giudiziale – Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma. A seguito dei controlli effettuati presso il Tribunale Ordinario di Roma, la Procura della Repubblica, nulla è risultato a carico dell’impresa SAMA di Salzano Angelo Srl.
I lavori eseguiti dall’Impresa SAMA si sono conclusi nella giornata del 13 dicembre per un costo complessivo di € 4.200,00 al netto dell’I.V.A.
Conclusa l’emergenza e ripristinato il livello di sicurezza delle acque del Canale dei Pescatori e dei suoi affluenti, l’Impresa Zoldan ha proseguito i lavori secondo il Contratto di appalto in essere con la Direzione Tecnica del Municipio X.

 

Pubblicato, 29.12.2017


Invia questo articolo