Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Attualità
Categoria1__Notizie
Data__09/12/2013
Data__2013
DataModifica__10/12/2013

Inquinamento atmosferico: oggi ferme le targhe dispari, domani le pari

Targhe alterne

Roma, 10 dicembre - Aumenta l'inquinamento atmosferico e tornano le "targhe alterne":  oggi divieto di circolazione per le targhe dispari e domani, mercoledì 11 dicembre, per le targhe pari compreso lo 0.  Il divieto di circolazione, esteso alla Fascia Verde, è in vigore dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30, fermo restando lo stop dei veicoli più inquinanti nella Fascia Verde, dalle ore 7.30 alle ore 20.30. Esclusi dal divieto i mezzi elettrici e ibridi, quelli a metano e a gpl, gli autoveicoli a benzina e diesel euro5, i ciclomotori euro 2 e moto con motore 4 tempi euro 3. 

 

 

La decisione è stata così comunicata dall'assessorato capitolino all'Ambiente: "Vista la situazione di particolare criticità atmosferica e la conferma delle previsioni che indicano sull'area di Roma, per i prossimi giorni, la permanenza di elevate concentrazioni degli inquinanti, l'amministrazione adotterà martedì 10 e mercoledì 11 dicembre il provvedimento di limitazione della circolazione veicolare a 'targhe alterne' ".

 

"Sono consapevole che l'introduzione delle targhe alterne sia un intervento che può creare disagi, - ha dichiarato il Sindaco di Roma Ignazio Marino - ma sono altrettanto consapevole e convinto del mio ruolo di Garante della salute dei cittadini. In questi giorni l'inquinamento atmosferico a Roma ha raggiunto livelli di guardia e l'esposizione alle polveri sottili rischia di rappresentare una minaccia concreta per la salute. Proprio oggi (ieri, ndr) uno studio pubblicato dalla rivista Lancet, che prende in considerazione la qualità dell'aria di 13 grandi città europee (anche in Italia), evidenzia come l'esposizione prolungata alle polveri prodotte dagli scarichi di veicoli possa essere più dannosa di quanto si immagini. Anche a livelli inferiori ai limiti imposti dalle leggi dell'Unione Europea. Il ricorso alle targhe alterne è quindi un intervento obbligato che tutela le persone più fragili: i bambini, le donne in gravidanza, le persone anziane, i cardiopatici e, più in generale, tutti coloro che hanno gravi patologie respiratorie. Per queste persone l'esposizione alle polveri inalabili (PM10) può rappresentare un vero e proprio pericolo. Dobbiamo, tutti insieme, dare un contributo per migliorare la qualità della vita della nostra città, anche compiendo qualche sacrificio. Faccio dunque appello al senso di responsabilità di tutti i cittadini romani, affinchè in questi giorni rispettino i limiti alla circolazione, utilizzando i mezzi pubblici".

  

Leggi sulle pagine dell'Assesorato all'Ambiente le Ordinanze del Sindaco

 

9 DIC 2013 - MDF

Agg. 10 DIC 2013 - SCP


 


Invia questo articolo