Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Elenco Procedimenti dei Municipi
Categoria1__Notizie

Procedimenti

Procedimento

Occupazione di suolo pubblico per attività commerciali (O.S.P.) - Concessione.

Procedimento finalizzato all'utilizzo di spazi ed ree pubbliche o private soggette a servitù di pubblico passaggio, per la realizzazione di ttività commerciali, in modo temporaneo o permanente. Deliberazione Consiglio Comunale n. 104/2003; Deliberazione Consiglio Comunale n. 35/2006; Deliberazione Consiglio Comunale n. 75/2010 e s.m.i.

Unità Organizzativa responsabile del procedimento 

Municipio Roma V

U.O. RESPONSABILE DELL’ISTRUTTORIA: U.O. AMMINISTRATIVA CORRELATA ALLA DIREZIONE

 

Direttore: Dott. Luigi Ciminelli

 

UFFICIO DEL PROCEDIMENTO: 

UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE E FOGNATURE - SEGNALETICA UFFICIO OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO 

 

via Giorgio Perlasca, 39 - Tel. 06.69607802

 

 

 

Il rilascio di concessioni di O.S.P. temporanee, per lo svolgimento di eventi di carattere culturale, mostre e mercatini è attività dell'Ufficio Eventi.

 

U.O. RESPONSABILE DELL’ISTRUTTORIA: DIREZIONE di STRUTTURA

Direttore Apicale: Dott. Luigi Ciminelli

 

UFFICIO DEL PROCEDIMENTO: 

UFFICIO EVENTI

 

via Torre Annunziata 1 - Tel. 06.69606809

 

 

Atti, Documenti e Modulistica da allegare all'istanza di parte

(L'occupazione riguarda tutto ciò che viene appoggiato o che proietta la propria ombra a terra)L'istanza, in bollo, è presentata nel Municipio nel quale ricade l'area iteressata da:

 - i titolari di esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, per i quali è consentita la consumazione al tavolo ed in cui l'attività di somministrazione è prevalente (possono fare richiesta di concessione per occupazioni di suolo pubblico realizzate con tavoli, tende ed ombrelloni, gazebo o simili)

 - I titolari di esercizi commerciali diversi dai precedenti ai quali possono essere concesse occupazioni di suolo pubblico funzionali all'esercizio dell'attività che comunque non costituiscono ampliamento della superficie di vendita o espositiva (fioriere, parapedonali e simili) 

- Documento di identità valido e, in caso di persona diversa dall'interessato, delega in carta libera con fotocopia del documento del delegante e originale e fotocopia del documento del delegato;

 - Ricevuta del pagamento dei diritti di istruttoria;

 - I seguenti elaborati tecnici prodotti in numero non inferiore a sei copie, se l'occupazione ricade all'interno della "Città Storica" e negli altri casi non inferiore a tre, firmati, oltre che dal richiedente, anche datecnico abilitato e iscritto all'Albo professionale di appartenenza e contenenti l'indicazione del luogo di avolgimento dell'attività e l'uso dell'area richiesta

(In caso di occupazioni temporanee occasionali di breve durata, comunque non superiori a tre giorni e dilimitate dimensioni, gli elaborati tecnici possono essere sosituiti dadisegno illustrativo dello stato di fatto, recante indicazioni precise circa l'ubicazione, la dimensione della sede stradale e la superficie da occupare, la tipologia e le caratteristiche tecniche della struttura da istallare);

 - Stralcio planimetrico della strada, piazza o simile in scala 1:500;

 - Pianta della stra, piazza o simile in scal 1:200 con l'indicazione delle occupazioni di suolo pubblico e degli elementi di arredo già esistenti - tra cui gli scivoli di raccordo tra i marciapiedi e la sede stradale e i segnali/percorsi tattili per disabili visivi - e di quelli richiesti; sulle strade percorse dal Trasporto Pubblico dovrà essere indicata l'eventuale presenza di fermate ed attestata la percorribilità del mezzo pubblico; 

 - Pianta o prospetto del luogo dove insiste l'occupazione di suolo pubblico richiesta con evidenziati i tipi e le forme delle attrezzature previste, in scala non superiore a 1:100 che riproducano l'esatto stato dei luoghi;

 - Particolari in dettaglio delle attrezzature previste in scale non superiore a 1:50;

  - Relazione tecnica.

- Trefoto di ambiente e tre foto di dettaglio dell'area dove ricade l'occupazione prevista, di formato non inferiore a cm 18 x 24;

- Copia della polizza assicurativa (nel caso di occupazione suolo pubblico effettuata con ombrelloni);

- Nel caso di occupazione suolo pubblico all'interno di ville e parchi comunali:

A) uncontratto di pulizia dell'area interessata di stipularsi con società pubblica/privata specializzata nel settore che deve prevedere la pulizia dell'area entro 24 ore dal termine della manifestazione o dallo smontaggio delle attrezzature installate, con l'eventuale trasporto in discarica autorizzata dei meterial idi risulta;

B) stipula di polizza fideiussoria emessa da istituto bancario/assicurativo ovvero intermediario finanziario iscritto nell'elendo speciale di acui all'art. 107 del D. Lgs. n. 385/1993 e copertura eegli eventual idanni provocati ai beni ed al patrimonio di Roma Capitale, sencondo la quantificazione determinata dal Competente Dipartimento Tutela ambientale. Gli enti non profit, le Associazioni senza scopo di lucro, le ONLUS e le Associazioni iscritte negli specifici albi presso i Munici, sono esonerati dalla presentazione di tale documentazione, previa presentazione di atto costitutivo e/o Statuto o analogo documento dal quale si evinca la natura no profit.

 - Nel caso di occupazione suolo pubblico temporanea per la realizzazione di feste, sagre, corse, manifestazioni di tipo sociale, culturale, religioso e sportivo, ecc;

a) la documentazione relativa all'avvenuta stipula di un contratto per il conferimento di rifiuti urbani ed assimilati, con soggetti autorizzati in base alla normativa vigente del settore, eventuale polizza fideiussoria e nulla osta impatto acustico rilasciato dal Dipartimento Tutela Ambientale.

 - Nel caso di occupazione suolo pubblico con tende, faretti e insegne:

a) la pianta ed il prospetto del luogo dove insiste l'occupazione, con i tipi e le forme dellle attrezzature previste in scala non superiore a 1:100 che riproducano l'esatto stato dei luoghi;

b) particoalri in dettaglio delle attrezzature previste in scala non superiore a 1:50;

c) n. 3 foto d'ambiente e n. 3 foto di dettaglio dell'area dove ricade l'occupazione revista, di formato non inferiore a cm 18 x 24.

Modalità reperimento informazioni relative al procedimento in corso

S.U.A.P.
via Torre Annunziata, 1 - 4° piano
Tel. 06.69606471 - 472
via Prenestina, 510 - 1° piano Tel. 06.69607478 - 479
Orari
mattina: martedì, mercoledì, giovedì 8.30 - 12.00
pomeriggio: martedì, giovedì 14.00 - 16.00 

 

UFFICIO EVENTI
via Torre Annunziata, 1 - 5° piano
Tel. 06.69606220-223
Orari
martedì    8.30 – 12.30
giovedì     8.30 - 12.30 /14.30 – 16.30

Termine

30 giorni (dalla data di presentazione della domanda completa di  tutta la documentazione) in caso di occupazione richiesta nel territorio cottadino che non ricade nella Città Storica;

60 giorni (dalla data di presentazione della domanda completa di tutta la documentazione) incaso di occupazione richiesta all'interno della città Storica.

Provvedimento finale

Concessione (provvediemnto dirigenziale-contratto, nel quale è altresì indicato il canone determinato che il richiedente deve pagare):

1. Permanente: per l'intero anno o per un periodo di almento sessanta giorni; ricorrente per almeno due anni consecutivi, a condizione che conservi le stesse caratteristiche, quali la tipologia, il periodo e la superficie;

2) Temporanea: per un periodo inferiore all'anno.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

Nel corso del procedimento:
 procedimento Accesso agli atti e documenti amministrativi da parte dei cittadini (rif. note n. GG/632/5.5.2015 e n. GG/994/9.9.2015).

Nei confronti del provvedimento finale:

- Ricorso al T.A.R. del Lazio:
. entro 60 gg dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque dalla sua conoscenza (mediante notificazione all'Amm.ne ed almeno ad un controinteressato);


. avverso il silenzio della pubblica amministrazione, decorsi i termini per la conclusione del procedimento, fino al perdurare  dell'inadempimento e comunque non oltre un anno dalla scadenza del termine fissato per la conclusione del procedimento;


. Ricorso straoridnario al Presidente della Repubblica, unicamente per le controversie devolute alla giurisdizione amministrativa, entro 120 gg dalla notificazione, pubblicazione, comunicazione, conoscenza dell'atto (mediante notificazione all'Amm.ne ed almeno ad un controinteressato)


Nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione:
Richiesta al T.A.R. entro 120 gg. dalla conoscenza del provvedimento (risarcimento danno per mancato esercizio di attività amministrativa obbligatoria).

Richiesta di indennizzo, da presentare entro 20 gg. dal termine previsto per la conclusione del procedimento, al soggetto titolare del c.d. potere sostitutivo (Per quanto riguarda i procedimenti amministrativi relativi all'avvio e all'esercizio dell'attività di impresa, l'art. 28 del D.L. n. 69/2013, conv. L.n. 98/2013.

 

Modalità:

I ricorsi possono essere consegnati direttamente presso la sede dell'Ufficio preposto, oppure inviati mediante lettera raccomandata A.R./Posta elettronica Certificata. Nei casi rwelativi sai ricorsi al TAR, la Tribunale di Roma ed al Giudice di Pace (ove previsto), il ricorso deve essere presentato in forma di atto legale giudiziario mediante patrocinio di un avvocato (ad eccezione dei casi nei quali le parti possono stare in giudizio personalmente, senza l'assistenza del difensore, ad es., in materiadi accesso, in materia elettorale, e nei giudizi relativi al diritto dei cittadini dell'Unione Europea e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territori odegli Stati membri).

Il Processo amministrativo telematico si applica ai soli giudizi introdotti con i ricorsi depositati, in primo o in secondo grado, a far data dall'1 gennaio 2017 (art.13, c. 1 ter, all. 2 al c.p.a., introdotto dall'art. 7, d.l. n. 168 del 2016).
Ai ricorsi depositati anteriormente a tale data , continuano ad applicarsi, fino all'esaurimento del grado di giudizio nel quale sono pendenti alla data stessa e, comunque, non oltre il 1° gennaio 2018, le norme previgenti.
 
 
Processo amministrativo telematico
 
FAQ Processo Amministrativo telematico

Link di accesso al servizio on line

 

Modalità effettuazione dei pagamenti

Pagamento degli importi dovuti relativi ai diritti di istruttoria mediante:

- assegno c/c oppure pagamento in contanti* presso la Tesoreria/Cassa del Municipio;

-  bonifico bancario intestato  Municipio V, codice IBAN: IT69P0200805117000400017084.

> Nel caso di procedimenti amministrativi che utilizzano applicativi integrati con la nuova piattaforma di pagamento PAGO (ad es, Sireweb),:

 - tramite i servizi di pagamento disponibili nel Portale di Roma-elenco servizi on-line/servizi di pagamento per utenti identificati enon identificati, con carta di credito e mediante servizio di Addebito diretto SEPA S.D.D. (RID on line), previa registrazione al Poertale;

- presso la Rete SISAL;

- presso gli sportelli bancomat ATM del Gruppo Monte dei Paschi di siena e UNICREDIT,

- tramite Home banking UNICREDIT;

- presso le delegazioni ACI di Roma;

 

le modalità di pagamento in contanti presso la Tesoreria/Cassa del Municipio (per gli importi relativi a diritti di istruttoria, controllo, diritto fisso, ecc.), in coerenza con le disposizioni vigenti per le limitazioni all’uso del contante, sono adeguate all’importo di euro tremila

 

>Nel caso di pagamento delle reversali, in materia di commercio, accedendo al collegamento ww.suaproma.comune.roma.it è possibile per l'utente:

-rinvenire l'IBAN relativo ai procedimenti municpali;

-effettuare il pagamento della reversale, per spese di istruttoria, attraverso il SIReWEB (Servizio Informativo Reversali Web), fruibile all'interno del Sistema GET tramite ill ink "servizio di riscossione reversali"

 

Pagamento del Canone  annuale COSAP (si effettua contestualmente al rilascio del provvedimento dirigenziale di concessione), mediante:

-versamento presso i servizi di tesoreria;

.c/c postale intestato al Municipio Roma V

 

Il pagamento del canone OSP prermanente può essere pagato anche in due rate di uguale importo, senza applicazione di interessi, nei mesi di gennaio e giugno dell'anno di riferimento; se sueperiore a cinquecento euro può essere pagato in quattro rat di uguale importo, senza applicazione di iteressi, nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre dell'anno di riferimento.

Se l'occupazione ha inizio nel corso dell'anno, la rateizzazione pèuò essere effettuata tenendo conto delle scadense ancora utili, fermo rstando il pagamento della rata iniziale prima del rilascio dell'atto di concessione.

 

N.B.: il rinnovo della concessione è valido solo se sono stati effettuati i pagamenti del canone.

 

- Acquisto presso le tabaccherie autorizzate di due marche da bollo di € 16.00 (istanza, concessione)

Poteri sostitutivi

Gli indirizzi per l'attivazione del potere sostitutivo in caso di inerzia sono disponibili nella apposita sezione del portale di Roma Capitale.

 

Data aggiornamento 31/07/2017


Invia questo articolo