Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Elenco Procedimenti dei Municipi
Categoria1__Notizie

Procedimenti

 

Procedimento

Gestione Impianti sportivi di rilevanza municipale.

 

Procedimento diretto all'affidamento della concessione impianti sportivi ad organismi sportivi, mediante avviso pubblico. Legge n.289/2002, art.90, c.24 e c.25; D.Lgs. n. 163/06 e ss.mm.ii; Deliberazione C.C. n.170/2002; Deliberazione C.C. n.4/2006; Deliberazione C.C. n.35/2007; Deliberazione C.C. n.64/2008.

Unità Organizzativa responsabile del procedimento 

Municipio Roma V

 

RESPONSABILE DELL'ISTRUTTORIA: DIREZIONE SOCIO EDUCATIVA

 

Direttore: DOTT. ALESSANDRO MASSIMO VOGLINO

alessandro.voglino@comune.roma.it

 

UFFICIO DEL PROCEDIMENTO:

UFFICIO GESTIONE AMMINISTRATIVA AFFIDAMENTI IN CONCESSIONE IMPIANTI E CENTRI SPORTIVI MUNICIPALI- CENTRI RICREATIVI ESTIVI 

 

Viale Palmiro Togliatti, 983 tel. 0669607632

 

Atti, Documenti e Modulistica da allegare all'istanza di parte

Domanda sottoscritta dal Legale Rappresentante, contenuta in busta chiusa e sigillata sulla quale, oltre alla denominazione dell'Organismo, deve essere indicato espressamente l'impianto del quale si chiede la concessione.


Allegati alla domanda, con le modalità previste nell'Avviso Pubblico, recante, tra l'altro, l'indicazione dei documenti e requisiti di carattere generale e tecnico-professionale che devono essere presentati o dimostrati,
Tra i quali si indicano:
Copia autentica dell'atto costitutivo e dello statuto, redatto in conformità alla legislazione vigente, in cui sia fatto espresso richiamo alla promozione e divulgazione della pratica sportiva;
Fotocopia della scheda di attribuzione della partita IVA e/o del Codice Fiscale;
Copia dell'atto di nomina e dichiarazione contenente i dati anagrafici del Rappresentante Legale (nel caso di società, tali dati devono risultare dal certificato di iscrizione nel Registro imprese presso Camera di Commercio), con la dichiarazione, sotto la propria responsabilità, resa ai sensi della normativa vigente in materia di autocertificazione, di avere la piena capacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione, anche ai sensi dell'art. 32 quater del Codice Penale, come sostituito dalla legge n.461 del 15.11.93;
Dichiarazione di presa visione ed accettazione del disciplinare di concessione;
Dichiarazione sostitutiva, riguardante i requisiti di ordine generale (non trovarsi nelle situazioni di esclusione dalla partecipazione alla gara, né di controllo o altre limitazioni, art.38 D.Lgs n.163/2006 e ss.mm.ii.);


Per le Associazioni e Società sportive può essere allegata l'affiliazione a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate e/o Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI.


Ulteriori allegati alla domanda:
- indicazione del tipo di concessione richiesta (a canone di mercato; a canone concordato pari al 70% di quello di mercato; a canone ridotto al 10 % di quello di mercato);
-documentazione tecnica:
la documentazione attestante le esperienze nella gestione di impianti sportivi (con particolare riferimento alla tipologia dell'impianto messo a bando) e nella organizzazione delle discipline sportive da praticarsi nell'impianto di cui si chiede la concessione, nonché nella
realizzazione di iniziative e manifestazioni sportive di rilevanza sociale e promozionale;
- il programma di "gestione delle attività sportive" (attività praticate e loro valenza: scolare, sociale, promozionale, agonistica; bacino potenziale d'utenza; personale docente, promozione di attività sportive poco diffuse);


- il programma di "gestione operativa" dell'impianto (programma di utilizzazione: orari, frequenze, stagionalità, organizzazione del personale; programma di funzionamento: impianti tecnici,
manutenzione, approvvigionamento e mantenimento, custodia) con l'analisi dei costi relativi, suddivisi per componenti di costo;
- la pianta organica e le figure professionali del personale tecnico abilitato, tecnico sportivo ed amministrativo che si intendono impiegare nella conduzione dell'impianto nonché la descrizione
della tipologia del rapporto lavorativo;
- la documentazione relativa ad iniziative sportive realizzate nel quartiere e nel Municipio ove ha sede l'impianto sportivo;
- il programma di promozione e comunicazione per una valorizzazione ottimale dell'impianto e la disponibilità a concedere all'Ente spazi ad uso sponsorizzazione;
- ogni altra documentazione in grado di comprovare il possesso di una capacità tecnica e di gestione in grado di assicurare la pratica di tutte le discipline sportive indicate nel progetto di gestione dell'impianto di cui si chiede la concessione;
- eventuale certificazione di "qualità" rilasciata dall'Amministrazione capitolina o da un Ente certificatone riconosciuto dalle competenti autorità, attestante la qualità dei servizi svolti e/o dell'organizzazione apprestata.


- dichiarazione, del rappresentante legale dell'Organismo concorrente, che il sodalizio rappresentato si trova nel pieno esercizio dei suoi diritti e che tale condizione sussisterà anche al momento dell'eventuale assegnazione.

Modalità reperimento informazioni relative al procedimento in corso

L'interessato potrà ricevere le informazioni relative al procedimento in corso all’Albo Pretorio di Roma Capitale e del Municipio, sul sito municipale e presso l’Ufficio ai seguenti numeri: 06/69606628/651 - 06/69607632

 

Orari:

mattina: lunedì, martedì e giovedì 09.00 - 13.00

pomeriggio: martedì e giovedì 15.00 – 17.00

Termine

30 giorni o altro termine indicato nell'avviso pubblico.

Provvedimento finale

Affidamento in concessione degli impianti sportivi di rilevanza municipale (con provvedimento Dirigenziale).


In casi eccezionali, con deliberazione, adeguatamente motivata, del Consiglio Municipale/Giunta Capitolina, in deroga alle procedure previste dal regolamento, si può procedere direttamente all'affidamento dei singoli impianti sportivi, per un periodo non superiore ad un anno, eventualmente rinnovabile per un ulteriore anno.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

Nel corso del procedimento:
consultare il procedimento Accesso agli atti e documenti amministrativi da parte dei cittadini

 

Nei confronti della graduatoria non definitiva:

eventuale ricorso in opposizione della medesima autorità che ha emanato l'atto impugnato entro il termine di 30 giorni.

 

Nei confronti del provvedimento finale:


Ricorso al T.A.R. del Lazio (entro 30 gg. dalla ricezione della comunicazione o dalla pubblicazione per bandi ed avvisi di gara, ovvero dalla conoscenza dell'atto).


Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg. dalla notificazione, pubblicazione, comunicazione, conoscenza dell'atto (mediante notificazione all'Amm.ne e almeno ad un controinteressato).


Nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione:


° Richiesta al T.A.R. entro 120 gg. dalla conoscenza del provvedimento (risarcimento danno per mancato esercizio di attività amministrativa obbligatoria).


Modalità:
I ricorsi possono essere consegnati direttamente presso la sede dell'Ufficio preposto, oppure inviati mediante lettera raccomandata A.R./Posta Elettronica Certificata. Nei casi relativi ai ricorsi al TAR, al Tribunale di Roma e al Giudice di Pace (ove previsto), il ricorso deve essere presentato in forma di atto legale giudiziario mediante patrocinio di un avvocato (ad eccezione dei casi nei quali le parti possono stare in giudizio personalmente, senza l'assistenza del difensore, ad es., in materia di accesso, in materia elettorale e nei giudizi relativi al diritto dei cittadini dell'Unione Europea e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri).

Il Processo amministrativo telematico si applica ai soli giudizi introdotti con i ricorsi depositati, in primo o in secondo grado, a far data dall'1 gennaio 2017 (art.13, c. 1 ter, all. 2 al c.p.a., introdotto dall'art. 7, d.l. n. 168 del 2016).
Ai ricorsi depositati anteriormente a tale data , continuano ad applicarsi, fino all'esaurimento del grado di giudizio nel quale sono pendenti alla data stessa e, comunque, non oltre il 1° gennaio 2018, le norme previgenti.
 
 
Processo amministrativo telematico
 
FAQ Processo Amministrativo telematico

Link di accesso al servizio on line

 

Modalità effettuazione dei pagamenti

(Eccetto i casi di esenzione previsti dalla legge)
Acquisto presso le rivendite autorizzate:
di una marca da bollo di €16,00 (istanza);
di una marca da bollo di €16,00 per le società e le associazioni sportive dilettantistiche (per atti, documenti, contratti o copie, estratti, certificazioni e attestazioni da loro poste in essere/richieste).

 

Il pagamento del canone di concessione può avvenire (mediante emissione di reversale):

- assegno circolare oppure pagamento in contanti* presso la Cassa del Municipio;
- Bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale - Banca Unicredit Spa - Municipio Roma V - codice IBAN: IT69P0200805117000400017084

Nel caso di procedimenti amministrativi che utilizzano applicativi integrati con la nuova Piattaforma di pagamento PAGO (ad es, Sireweb),:

 

le modalità di pagamento in contanti presso la Tesoreria/Cassa del Municipio (per gli importi relativi a diritti di istruttoria, controllo, diritto fisso, ecc.), in coerenza con le disposizioni vigenti per le limitazioni all’uso del contante, sono adeguate all’importo di euro tremila


- tramite i servizi di pagamento disponibili nel Portale di Roma- Elenco servizi on line/servizi di pagamento- per utenti identificati e non identificati, con carta di credito e mediante servizio Addebito Diretto SEPA S.D.D. (RID on line), previa registrazione al Portale;
- presso la rete SISAL;
- presso sportelli bancomat ATM del Gruppo Monte dei Paschi di Siena e UN1CREDIT;
- tramite Home banking UNICREDIT;
- presso le Delegazioni ACI di Roma.

Poteri sostitutivi

Gli indirizzi per l'attivazione del potere sostitutivo in caso di inerzia sono disponibili nella apposita sezione del portale di Roma Capitale

 

Data di aggiornamento 31/07/2017


Invia questo articolo