Luceverde

Infomobilità

Numero Unico Taxi

URC - Ufficio per i Rapporti con i cittadini

060606

Partecipazione Popolare

Sistema informativo procedura negoziata

Protezione Civile

Statuto Roma Capitale

Roma Statistica

Open Data

Cambio di Residenza in tempo reale

Turismo

Bibliotu

Linea Amica

Suap

Suar

Home  /  Elenco Procedimenti dei Municipi
Categoria1__Notizie

Procedimenti

 

Procedimento

Scuola Capitolina dell'Infanzia - Iscrizione e Graduatoria 

Procedimento finalizzato ad ottenere l'inserimento dell'utente (bambini da tre a sei anni) nella struttura educativa.

Delib. C.C.n.261/1996 e ss.mm.ii.;  Delib. G.C. n.697/2003; Delib. G.C. n.128/2005; Delib. G.C. n. 393/2007; Delib. G.C. n. 394/2007.

Unità Organizzativa responsabile del procedimento 

Municipio Roma V

 

RESPONSABILE DELL'ISTRUTTORIA: DIREZIONE SOCIO EDUCATIVA

 

Direttore: Dott. Alessandro Massimo Voglino

 

UFFICIO DEL PROCEDIMENTO: 

QUOTE CONTRIBUTIVE ASILI NIDO – SCUOLA INFANZIA – REFEZIONE E TRASPORTO SCOLASTICO

via dell'Acqua Bullicante 28/bis -Tel. 0669606645 

Atti, Documenti e Modulistica da allegare all'istanza di parte

Le istanze di iscrizione, previa identificazione al portale, si inoltrano esclusivamente on-line.

Le informazioni ed i contenuti del Bando annuale ( pubblicato nei mesi di gennaio/febbraio di ogni anno) possono essere rinvenuti:

http://www.comune.roma.it/pcr/it/scuole infanzia dses.page

 

- per i bambini disabili, allegare alla istanza di iscrizione, il verbale della commissione medico legale, ai sensi della legge n.104/1992. Nel verbale deve essere esplicitato che la disabilità rientra nell'art. 3 co. 1 oppure nell'art. 3 co. 3 della legge n. 104/1992.  Ai fini della integrazione scolastica, entro i termini fissati dal bando, la domanda deve essere accompagnata dalla certificazione per l'integrazione scolastica, rilasciata esclusivamente dal Servizio TSMREE della ASL di residenza del bambino, su richiesta dei genitori.

Nella certificazione citata dovrà essere riportata la diagnosi clinica e indicate le risorse professionali necessarie (insegnante di sostegno, assistente educativo culturale, assistente educativo specialista), nonchè, specificati i tempi di aggiornamento della stessa; la Diagnosi Funzionale, il documento che descrive le potenzialità della bambina o del bambino e gli aspetti funzionali da rafforzare. La Diagnosi funzionale è redatta dallo stesso Servizio TSMREE della ASL o dal Centro di riabilitazione riconosciuto dal Sistema Sanitario Regionale, dal Centro Specialistico di Aziende Ospedaliere, Universitarie, dagli Istituti di Ricerca e Cura a carattere Scientifico (IRCCS), presso cui la bambina/il bambino sono in trattamento diagnostico/riabilitativo; il Verbale di accertamento della Commissione medico-legale della ASL.

- Eventuale documentazione attestante che si tratta di bambino/a con genitore disabile ai sensi della legge n. 104/1992, art. 3 co. 3, o invalido minimo al 74% e di bambino/a appartenente a nucleo familiare in cui siano presenti membri effettivamente conviventi disabili ai sensi della legge n. 104/1992, art. 3 co. 3, o invalidi minimo al 74%, esclusi i genitori.

- (In caso di cambio di residenza della famiglia)  autocertificazione, ai sensi del DPR n. 445/2000, del richiedente circa l'indicazione del Municipio nel quale è in corso il perfezionamento del cambio di residenza;

- eventuale disposizione del Tribunale dei minori/relazione dei servizi sociali o della competente Struttura sociosanitaria della ASL territoriale (in casi particolari).

 

Entro i termini indicati dal bando, l'utente ammesso alal frequenza dovrà accettare formalmente il posto offerto (http://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentld=NEW795945).

 

E' considerato motivo di decadenza la mancata formale accettazione del posto da effettuare on-line entro i termini stabiliti.

Modalità reperimento informazioni relative al procedimento in corso

DIREZIONE SOCIO EDUCATIVA


Servizio Educativo

 

via Palmiro Togliatti, 983 - Tel.06.69607616

via dell'Acqua Bullicante, 28/bis -Tel.06.69606677

 

Orari:

mattina: lunedì, martedì e giovedì 09.00 - 13.00

pomeriggio: martedì e giovedì 15.00 – 17.00

Termine

120 giorni (entro fine maggio/primi di giugno di ogni anno)

Provvedimento finale

(con provvedimento dirigenziale) approvazione graduatorie definitive di ammissione

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

Nel corso del procedimento:

Consultare il procedimento accesso agli atti e documenti amministrativi da parte dei cittadini

 

Nei confronti della graduatoria provvisoria:

eventuale ricorso in opposizione nei confronti della medesima autorità che ha emanato l'atto impugnato (Direttore di Direzione Socio Educativa) entro il termine di 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria. 

 


Nei confronti del provvedimento finale:

Ricorso al T.A.R. del Lazio:

 - entro 60 gg. dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque dalla sua conoscenza (mediante notificazione all'Amministrazione ed almeno ad un controinteressato);

 - avverso il silenzio della pubblica amministrazione, decorsi i termini di conclusione del procedimento, fino al perdurare dell'inadempimento e comunque non oltre un anno dalla scadenza del termine fissato per la conclusione del procedimento.

 

Ricorso straordiario al Presidente della Repubblica, unicamente per le controversie devolute alla giurisdizione amministrativa, entro 120 gg. dalla notificazione, pubblicazione, comunicazione o conoscenza dell'atto (mediante notificazione anche dell'Amm.ne ed almeno ad un controinteressato).

 

Nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione:

Richiesta al T.A.R. entro 120 gg. dalla conoscenza del provvedimento (risarcimento danno per mancato esercizio di attività amministrativa obbligatoria). 

 

Modalità:

I ricorsi possono essere consegnati direttamente presso la sede dell'Ufficio preposto, oppure inviati mediante lettera raccomandata A.R./Posta Elettronica Certificata. Nei casi relativi ai ricorsi al T.A.R., al Tribunale di Roma e al Giudice di Pace (ove previsto), il ricorso deve essere presentato in forma di atto legale giudiziario mediante patrocinio di un avvocato (ad eccezione dei casi nei quali le parti possono stare in giudizio personalmente, senza l'assistenza del difensore, ad es., in materia di accesso, in materia elettorale e nei giudizi relativi al diritto dei cittadini dell'Unione Europea e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri).

Il Processo amministrativo telematico si applica ai soli giudizi introdotti con i ricorsi depositati, in primo o in secondo grado, a far data dall'1 gennaio 2017 (art.13, c. 1 ter, all. 2 al c.p.a., introdotto dall'art. 7, d.l. n. 168 del 2016).
Ai ricorsi depositati anteriormente a tale data , continuano ad applicarsi, fino all'esaurimento del grado di giudizio nel quale sono pendenti alla data stessa e, comunque, non oltre il 1° gennaio 2018, le norme previgenti.
 
 
Processo amministrativo telematico
 
FAQ Processo Amministrativo telematico

Link di accesso al servizio on line

http://www.comune.roma.it/pcr/it/newview.page?contendId=NEW797360

(raggiungibile dal portale web di Roma Capitale nella sezione Servizi on line/ Servizi Educativi e Scolastici/ Graduatorie scuole comunali dell'infanzia - Domanda on-line).

 

Per poter accedere alla procedura on line bisogna preliminarmente richiedere le credenziali di accesso:

http://www.comune.roma.it/pcr/it/identificazione_al_portale.page

Modalità effettuazione dei pagamenti

NON SONO PREVISTI PAGAMENTI

(ad eccezione del pagamento del servizio di refezione, v. procedimento)

Poteri sostitutivi

Gli indirizzi per l'attivazione del potere sostitutivo in caso di inerzia sono disponibili nella apposita sezione del portale di Roma Capitale.

 

Data di aggiornamento 28/06/2017


Invia questo articolo