Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Attività e progetti

Torna alla lista Progetti

Patto dei Sindaci

 

Le città che hanno aderito al Patto dei Sindaci tra il 2008 e il 2015 hanno assunto l’impegno - attraverso un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) - di ridurre le emissioni di gas serra del proprio territorio di almeno il 20% entro il 2020, in linea con quanto stabilito a livello nazionale dagli Stati membri dell’UE. Parallelamente, nel 2014 fu lanciata l’iniziativa Mayors Adapt al fine di sensibilizzare le città all’ormai ineludibile percorso verso l’adattamento agli effetti del cambiamento climatico in atto e rendere, quindi, le stesse città, più resilienti.

A seguito della decisione adottata dai governi dell’UE di proseguire ed intensificare la riduzione delle emissioni climalteranti oltre il 2020, nel 2015 è stato lanciato il nuovo Patto dei Sindaci per il clima e l’energia per allineare gli impegni delle città al nuovo target temporale del 2030.

Le città aderenti al Patto dei Sindaci per il clima e l’energia perseguono l’obiettivo di ridurre - attraverso un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) - le emissioni climalteranti del proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030 e, contemporaneamente, presentare una valutazione del rischio di vulnerabilità, propedeutica all’adozione di una Strategia e di un Piano per l’adattamento ai cambiamenti climatici.


Tutte le informazioni inerenti il Patto dei Sindaci sono disponibili sul sito europeo  www.eumayors.eu.

 

Tematica: Ambiente

 

 

Durata del progetto: 31/12/2030

 

Responsabili:

Sindaca Virginia Raggi
segreteria.sindaco@comune.roma.it

 

assessorato.ambiente@comune.roma.it 0667109301

 

Coordinatore PAESC Antonio Lumicisi
antonio.lumicisi@comune.roma.it 0667109383

 

Descrizione del progetto

Il Patto dei Sindaci può considerarsi l’evoluzione del percorso che le città stanno compiendo verso la piena sostenibilità. Dal lancio dell’Agenda 21 Locale nel 1992 a Rio de Janeiro e la successiva Carta di Aalborg nel 1994, si è giunti ad impegni sempre più ambiziosi per le città aderenti, fino ad arrivare appunto al Patto dei Sindaci che allinea gli obiettivi delle città, in termini di riduzione delle emissioni climalteranti, a quelli dei Governi dell’UE.


La città di Roma ha aderito al Patto dei Sindaci nel 2009 e adottato il proprio PAES nel 2013. Le amministrazioni comunali che si sono succedute dal 2009 al 2015 non hanno, di fatto, reso operativo il PAES e le diverse azioni in esso contenute sono rimaste inattuate.

L’Amministrazione Capitolina che si è insediata nel giugno 2016 ha valutato attentamente il precedente PAES e constatato il profondo ritardo nell’attuazione delle azioni in esso contenute ed un’evidente differente visione sugli obiettivi politici da perseguire, ha deciso, in accordo con l’ufficio europeo del Patto dei Sindaci, di revocare il precedente PAES e contemporaneamente aderire al nuovo Patto dei Sindaci per l’Energia e il Clima.

A seguito di una specifica Memoria della Giunta Capitolina e del parere positivo della Commissione Ambiente Capitolina, con la delibera di Assemblea Capitolina n.78 del 14 Novembre 2017 la città di Roma ha aderito formalmente al Patto dei Sindaci per il clima e l’energia assumendosi quindi l’impegno ancor più ambizioso di ridurre le emissioni climalteranti del proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030. Tale impegno si concretizzerà nell’adozione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) che la città di Roma dovrà redigere ed approvare entro il 14 Novembre 2019.


 

Destinatari/Ambito di intervento

Tutti coloro che hanno interesse all'impatto delle emissioni climaalteranti sulla città di Roma (cittadini, imprese, università, istituti finanziari e associazioni).

Obiettivi

Ridurre le emissioni climalteranti del territorio di Roma Capitale di almeno il 40% entro il 2030.

Fonti di finanziamento

Progetti EU, nazionale e soggetti privati.

Link esterni
Torna all'inizio del cotenuto