Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Attività e progetti

Torna alla lista Progetti

INSPIRE INnovative Services for fragile People In RomE

 

INSPIRE è  un progetto co-finanziato dalla Commissione Europea che risponde alla forte esigenza di riforma dei servizi di sostegno alla fragilità sociale in coerenza con il percorso avviato dall’Amministrazione Capitolina. È promosso da Roma Capitale - Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute, in qualità di capofila, in partenariato con: Studio Come s.r.l., Consorzio Mipa, IASI-CNR, DiAP Sapienza-Università di Roma, Comunità Capodarco di Roma onlus, Coop. Manser, Coop. Il Grande Carro e il Forum del Terzo Settore del Lazio.

 

Tematica: Sociale Stato: Concluso

 

 

Durata del progetto: 15/09/2015

 

Responsabile:

Antonia Caruso
antonia.caruso@comune.roma.it 0667105200

 

Descrizione del progetto

INSPIRE è  un progetto co-finanziato dalla Commissione Europea che risponde alla forte esigenza di riforma dei servizi di sostegno alla fragilità sociale in coerenza con il percorso avviato dall’Amministrazione Capitolina. È promosso da Roma Capitale - Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute, in qualità di capofila, in partenariato con: Studio Come s.r.l., Consorzio Mipa, IASI-CNR, DiAP Sapienza-Università di Roma, Comunità Capodarco di Roma onlus, Coop. Manser, Coop. Il Grande Carro e il Forum del Terzo Settore del Lazio.

Risultati attesi:

  • Miglioramento della qualità dell’assistenza sociale;
  • Riduzione delle attuali liste d’attesa;
  • Razionalizzazione della spesa pubblica per l’assistenza e la cura della fragilità sociale;
  • Sviluppo dell’economia sociale innovativa e di qualità;
  • Aumento dell’occupazione nel settore sociale;
  • Miglioramento del rapporto tra servizi, strutture e contesto territoriale in termini di ottimizzazione funzionale, integrazione, riduzione dei costi di gestione.

Attività:

  • Individuazione di un nuovo sistema di valutazione dei bisogni, al fine di identificare meglio le diverse necessità, dare risposte tempestive ed appropriate, ed aumentare l’efficienza delle risorse;
  • Proposta di nuove procedure amministrative per la definizione dei criteri di accesso e di compartecipazione alla spesa dei servizi, introducendo contratti di prestazione individualizzati;
  • Individuazione di nuovi modelli operativi basati sull’innovazione sociale ed il superamento del rapporto uno a uno tra operatore e beneficiario;
  • Messa a punto di criteri condivisi per la ricerca e la sistemazione di spazi idonei allo svolgimento dei servizi sociali innovativi, soprattutto mediante il riuso di strutture abbandonate o sottoutilizzate;
  • Potenziamento della regia dei servizi e degli interventi per la fragilità sociale, realizzati dalle organizzazioni pubbliche e private del territorio di Roma Capitale;
  • Realizzazione di un sistema digitale condiviso di controllo e monitoraggio della popolazione fragile;
  • Sviluppo di network di supporto a livello municipale e di quartiere.

Partnership:

INSPIRE è il risultato di una partnership composta da:

Roma Capitale, Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute

Ente capofila del progetto, svolge un ruolo di coordinamento e supervisione di tutte le attività. È, inoltre, responsabile dell’implementazione delle attività di progettazione e valutazione partecipata.

Studio Come S.R.L.

Si occupa delle attività di programmazione partecipata, mappatura dei servizi innovativi per la fragilità sociale, revisione del sistema di valutazione dei bisogni, potenziamento delle reti di sostegno tra i servizi innovativi da sperimentare, organizzazione, gestione e realizzazione di tutte le attività di comunicazione e disseminazione, monitoraggio e valutazione di processo.

Consorzio Mipa

Si occupa delle attività di revisione delle procedure amministrative per l’accesso e la compartecipazione ai servizi, realizzazione del Sistema Informativo, valutazione evidence-based dei risultati di progetto con il metodo controfattuale.

IASI-CNR

IASI fornisce il suo contributo nella revisione del sistema di valutazione dei bisogni, di rilevazione dell’offerta dei servizi sociali,  nella definizione delle funzionalità del sistema informativo e della centrale operativa di distretto.

DIAP Sapienza

Si occupa della mappatura delle strutture dismesse e dell’elaborazione dello studio di fattibilità per la loro riconversione a strutture per i servizi di cura della fragilità sociale.

Comunità Capodarco di Roma onlus

Si occupa della sperimentazione dei servizi innovativi: contratti di prestazioni individualizzate, condominio solidale, laboratori socio-occupazionali e socioeducativi, servizi collettivi di assistenza, potenziamento delle imprese sociali.

Coop. Manser

Si occupa della sperimentazione dei servizi innovativi: contratti di prestazioni individualizzate, condominio solidale, laboratori socio-occupazionali e socioeducativi, servizi collettivi di assistenza, potenziamento delle imprese sociali.

Coop. Il Grande Carro

Si occupa della sperimentazione dei servizi innovativi (tutoraggio, condominio sociale, servizi collettivi di assistenza) e della sperimentazione dei modelli di potenziamento delle imprese sociali per la realizzazione di inserimenti lavorativi.

Forum del Terzo Settore del Lazio

Si occupa di attivare e coinvolgere i propri associati nelle attività di progetto, sostenendo in particolare l’implementazione della mappatura degli interventi innovativi, di sviluppo delle reti di supporto e di attività di comunicazione.

Sperimentazione:

INSPIRE prevede la sperimentazione di servizi innovativi in 5 Municipi di Roma Capitale secondo una “logica incrementale” che consenta di integrare via via nuovi servizi, a partire dall’evoluzione del bisogno assistenziale. È, inoltre, prevista un’analisi controfattuale che, confrontando il gruppo di sperimentazione con quello di controllo, valuterà i servizi sociali innovativi oggetto della sperimentazione. Sarà dunque possibile ottenere dati evidence-based e sostenere l’upscaling della sperimentazione. Servizi innovativi:

  • Contratti personalizzati
  • Tutoring
  • Laboratori socio-occupazionali
  • Condomini solidali
  • Percorsi di inserimento lavorativo
  • Centrale Operativa di Distretto

Mappatura servizi innovativi:

La mappatura INSPIRE è aperta e ancora in corso attraverso il questionario online sulle realtà attive nella cura della fragilità sociale a Roma. Gli aggiornamenti saranno periodicamente pubblicati a questo indirizzo con delle release sulle nuove realtà che hanno aderito.

Questionario:

A partire dall’esperienza della Cabina di Regia di Roma Volontaria, inizialmente centrata sul sistema dell’accoglienza, la mappatura comprende anche una rilevazione, tramite un questionario web-based, delle realtà associative che sul territorio dei 15 Municipi offrono servizi per la cura della fragilità sociale.

L'indagine è destinata in particolare alle organizzazioni del terzo settore, alle associazioni di volontariato, ai gruppi - anche informali - che sul territorio erogano servizi (sia a titolo gratuito sia a pagamento) rivolti a persone fragili. I risultati della rilevazione andranno ad integrare l’offerta dei Servizi Sociali Cittadini, attraverso un datawarehouse dell’offerta dei servizi che sarà inserito all’interno del Sistema Informativo che INSPIRE sta costruendo.

Compila il questionario e contribuisci alla sua diffusione anche tra gli altri organismi che operano nella Città di Roma

Per supporto alla compilazione: e-mail gruppo.lavoro@inspireproject.eu – Tel. 068541435 dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.00.

Mappatura strutture dismesse:

La mappatura degli edifici dismessi o sotto-utilizzati ha coinvolto tutto il territorio capitolino ed ha consentito di costruire mappe municipali delle strutture, distinte in base a criteri di disponibilità/coerenza con gli obiettivi del progetto nei diversi Municipi. I dati delle strutture mappate sono stati riportati in un dossier di sintesi che individua: tipologie prevalenti, concentrazioni significative e rapporti con le principali infrastrutture.  A partire da tale mappatura, in alcuni dei Municipi sperimentali sarà realizzato uno studio di fattibilità per il ri-uso di uno o più spazi a scopo sociale.

Revisione procedure:

INSPIRE prevede il passaggio da un approccio organizzativo dei servizi di tipo prestazionale ad uno che vede il beneficiario come una risorsa per sé e per il servizio stesso. A questo scopo, il progetto lavora per rivedere le procedure di accesso ai servizi sociali ed omogeneizzarle sul territorio di Roma Capitale, proponendo modalità di valutazione dei bisogni e di compartecipazione alla spesa più adeguate alle esigenze dei beneficiari.

Sistema Informativo:

INSPIRE prevede l’attivazione di un Sistema Informativo costituito da un’applicazione di front-office, fruibile via web, progettato e realizzato sulla centralità della domanda di servizi, del beneficiario e sulle sue caratteristiche specifiche.

Il Sistema Informativo intende supportare la fase di progettazione personalizzata degli interventi, con la ricostruzione e la messa a sistema dell’offerta dei servizi, a livello municipale e cittadino. Il Sistema Informativo INSPIRE riunisce infatti in un unico strumento la domanda (bisogno) e l’offerta di servizi per la fragilità.

Sperimentazione:

CONTRATTI PERSONALIZZATI

Il contratto personalizzato è un documento che descrive e definisce il percorso di sostegno e di aiuto a favore di persone fragili (minori, anziani, disabili, famiglie, ecc.), co-progettato e concordato con il beneficiario stesso. Il contratto viene stipulato tra il servizio sociale e chi fornisce l’intervento (cooperative, associazioni) ed è concordato con il beneficiario e con la famiglia. All’interno del contratto personalizzato è definito con precisione chi fa che cosa, come e quando, con quale ruolo e relazione, con quali costi.

L’obiettivo del contratto personalizzato è offrire servizi appropriati alle esigenze del singolo, aumentando sia l’efficacia che l’efficienza dell’intero sistema dei servizi. Il contratto riporta quindi l’analisi del bisogno della persona, i servizi previsti e le ore necessarie all’erogazione con la definizione del prezzo; è soggetto ad integrazioni e/o variazioni in relazione all’evolversi della situazione. In questa ottica il contratto contempla e disciplina le competenze e attività dei diversi operatori coinvolti, pubblici e privati, nell’erogazione del servizio ad uno stesso beneficiario.

TUTORING

Il tutoring è svolto da un operatore sociale che ha la funzione di integrare gli interventi previsti dal progetto personalizzato di assistenza ed effettuati dai diversi servizi, enti e soggetti coinvolti. Il tutor collabora al monitoraggio del progetto stesso. E’ quindi un nodo organizzativo nella rete dei servizi che permette di integrare l’equipe responsabile del progetto di sostegno (responsabile del caso) con le altre risorse professionali e non. Il servizio di tutoring è funzionale all’erogazione di un servizio individualizzato.

LABORATORI SOCIO-OCCUPAZIONALI

Si tratta di un servizio collettivo che garantisce alle persone fragili coinvolte percorsi individuali di “riabilitazione sociale”, integrando attività lavorative con quelle di supporto allo sviluppo personale. Il lavoro ha una funzione educativa e formativa, in quanto i laboratori prevedono la realizzazione di veri e propri prodotti da inserire nel mercato, anche se non nei tempi propri di un sistema produttivo. Il laboratorio socio-occupazionale è strutturato in tre aree di attività:

  • area occupazionale;
  • area di supporto specialistico;
  • area di sostegno alla socialità.

Si lavora con categorie appartenenti ad uno specifico disagio: disabili adulti (livello medio di intensità assistenziale), persone e nuclei familiari con fragilità sociale, adulti con sofferenza mentale (in carico ai Servizi Sociali con cartella aperta al Dipartimento di Salute Mentale-DSM).

CONDOMINI SOLIDALI

A partire dallo studio e dall’analisi dei diversi modelli di co-housing “sociale” (co-abitazione) realizzati in Europa ed in Italia e di quanto realizzato nel territorio di Roma Capitale, il condominio solidale pensato da INSPIRE si basa sulla valorizzazione della prossimità (es. più anziani che abitano nello stesso stabile o nella stessa strada) e sull’attivazione delle reti di solidarietà e di aiuto del territorio.

INSPIRE non prevede la realizzazione di nuove infrastrutture, ma l’attivazione di servizi di sostegno ed accompagnamento. L’operatore sociale segue contemporaneamente 3-4 beneficiari che vivono nello stesso condominio e/o in luoghi limitrofi (nella stessa strada, in strade vicine) sostenendoli nella vita autonoma anche attraverso l’attivazione di reti di solidarietà e di aiuto (associazioni, vicini, commercianti, “sentinelle” e “antenne” sociali, …) con la funzione di offrire aiuto nelle attività della vita quotidiana e segnalare all’operatore e ai servizi eventuali situazioni di difficoltà/criticità.

La condizione degli anziani coinvolti nei condomini solidali è monitorata periodicamente dall’operatore sociale e dalle sentinelle sociali attivate.

PERCORSI DI INSERIMENTO LAVORATIVO (auto-impiego; imprenditorialità sociale) destinato a giovani fragili.

La progettazione di questa azione è in corso.

CENTRALE OPERATIVA DI DISTRETTO

La Centrale Operativa di Distretto è un intervento complementare e sinergico con gli altri servizi sperimentali del progetto INSPIRE. Ha l’obiettivo di testare e sviluppare un modello organizzativo d’intervento e di monitoraggio della popolazione fragile in un’ottica di forte integrazione socio-sanitaria, coinvolgendone gli attori principali:

  • Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute, Segretariato sociale e Servizi Sociali professionali dei Municipi;
  • Distretto e Dipartimenti Asl, Punti Unici di Accesso-PUA, medici di medicina generale, Farmacap (ambito sanitario);
  • Enti no profit, cooperative sociali, associazioni di volontariato che nei territori intercettano i bisogni e offrono sostegno alla popolazione fragile.

Ovviamente, seguendo l’approccio del progetto, si parte dagli strumenti e dai servizi esistenti, per rafforzare e innovare i processi in corso. La centrale non va considerata come un ulteriore sportello o servizio da aprire nel territorio; si tratta piuttosto di un’azione di messa in rete e di ulteriore sostegno alle attività e strutture di front e back office già presenti o in corso di implementazione (Segretariato sociale, Servizi Sociali professionali, Punti Unici di Accesso- PUA ecc.).

VALUTAZIONE DEGLI EFFETTI DELLA SPERIMENTAZIONE ATTRAVERSO UN APPROCCIO CONTROFATTUALE

La sperimentazione sarà accompagnata da un’azione di valutazione di impatto attraverso l’analisi controfattuale.

Contatti:

Email: gruppo.lavoro@inspireproject.eu

Project Manager: Antonia Caruso

Tel. 0667105200 Email: antonia.caruso@comune.roma.it

Follow us: Facebook (Inspire Roma) Twitter (@InspireRoma)

Iscriviti alla newsletter INSPIRE 

Newsletter pubblicate:

Newsletter ottobre 2017
Newsletter settembre 2017
Newsletter giugno 2017
Newsletter maggio 2017
Newsletter aprile 2017 
Newsletter marzo 2017 
Newsletter febbraio 2017 
Newsletter gennaio 2017 
Newsletter dicembre 2016
Newsletter novembre 2016
Newsletter ottobre 2016

 

Fonti di finanziamento

Il costo totale del progetto INSPIRE è di € 2.100.655,00 dei quali € 1.662.655,00 finanziati dall’Unione Europea. La restante somma è co-finanziata dall’Amministrazione per € 120.000 e dai Partner per € 318.000,00. I partner del progetto sono stati individuati dal Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute con Avviso Pubblico per la Presentazione di Manifestazioni di interesse.

Atti, documenti e normativa

Link esterni
Torna all'inizio del cotenuto