Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Progetti

Torna alla lista Progetti

Casa dei papà

 

La “Casa dei papà” una struttura d’accoglienza articolata in 20 piccoli alloggi autonomi, che accoglie padri separati o che abbiano interrotto la convivenza, temporaneamente in difficoltà socio-economica e residenti sul territorio della città di Roma.
Il progetto dà la possibilità ai papà separati di permanere per un periodo massimo di 12 mesi e di ospitare ciascuno i propri figli minori secondo gli accordi di separazione, in un ambiente fornito di tutto l’arredo necessario per abitarvi.

 

 

Stato: Concluso

 

 

Durata del progetto: dal al

 

Responsabile:

Annamaria D'Ambra
annamaria.dambra@comune.roma.it; 0667105375

 

Descrizione del progetto

"La Casa dei papà" è un progetto di Roma Capitale che prevede accoglienza e sostegno ai nuclei familiari e ai padri separati o in corso di separazione in carico ai servizi territoriali e/o specialistici  con:

  • buona autonomia gestionale ed organizzativa;
  • residenza a Roma;
  • temporaneo disagio psico-sociale ed economico;
  • capacità di partecipare alle spese con un contributo pari a € 200,00 mensili, da depositare entro il quinto giorno dall’ingresso in struttura e comunque entro il giorno 5 di ogni mese, versandolo all’organismo gestore nelle modalità concordate al momento dell’accoglienza e della sottoscrizione dell’atto di Concessione.

 

"La Casa dei papà" è organizzata in 20 piccoli alloggi in cui i papà possono ospitare i propri figli di minore età, secondo gli accordi di separazione, in un ambiente fornito di tutto l’arredo necessario per abitarvi. Sono previsti momenti di socializzazione ed attività ludico ricreative per i bambini e promossi percorsi psico-sociali individualizzati, volti alla sensibilizzazione sulle problematiche inerenti l’infanzia e l'adolescenza, al sostegno alla genitorialità e al supporto alla paternità responsabile.

 

La presa in carico è temporanea (fino a 12 mesi), salvo diverse valutazioni dei Servizi di riferimento, concordate con lo staff tecnico dell’U.O. "Sistemi di Accoglienza" del Dipartimento.

 

I papà interessati devono rivolgersi ai Servizi Sociali del Municipio di residenza ovvero ai Servizi Socio sanitari territoriali di riferimento, che segnaleranno con una relazione alla competente U.O. Sistemi di Accoglienza, l’opportunità dell’inserimento nel Progetto.

Destinatari/Ambito di intervento

Padri separati o che abbiano interrotto la convivenza, temporaneamente in difficoltà socio-economica e residenti sul territorio della città di Roma.

Torna all'inizio del cotenuto