Segnala

BETA
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Portale Beta 

Al Teatro dell’Opera torna in scena La Traviata. Fino al 4 marzo


Tematica: Cultura - Iniziative ed Eventi

24.2.2018 – 4.3.2018

 

Lo diciamo subito: questa Traviata 2018, cinque recite, è ormai sold out. L’appeal dei nomi in campo – combinato con la popolarità dell’opera, la più amata della trilogia che annovera, assieme alla romantica storia di Violetta Valéry, Rigoletto e Trovatore – ha fatto saltare il botteghino, fisico e online, ben prima del consueto. Ma non possiamo non registrare l’evento.

 

Che non è una novità assoluta: si tratta del fortunato allestimento creato due anni fa da Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti, ripreso poi lo scorso ottobre. La regia è di Sofia Coppola, le scene di Nathan Crowley e i costumi sono appunto di Valentino con Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli. E finora, dall’esordio ai posti già esauriti per la prima di sabato 24 e le quattro repliche fino al 4 marzo (25 recite in tutto), l’incasso ha superato i due milioni e mezzo di euro. Felicissima Traviata, dunque (ci si perdoni l’ossimoro), che a settembre andrà a Tokyo per quattro rappresentazioni con la troupe del Costanzi al completo: orchestra, coro, corpo di ballo e tecnici.

 

Sul podio, qui a Roma, c’è il maestro Pietro Rizzo. Tutti italiani i protagonisti vocali: nei panni di Violetta si alternano Maria Grazia Schiavo e Claudia Pavone, in quelli di Alfredo Antonio Poli e Matteo Desole. Anna Malavasi interpreta Flora. Da segnalare il trio Rafaela Albuquerque (Annina), Andrii Ganchuk (il barone Douphol) e Domenico Pellicola (Gastone): sono tre “promesse” sbocciate in seno a Fabbrica, l’incubatrice di talenti con cui dal 2016 l’Opera di Roma forma giovani cantanti, direttori, costumisti e tecnici.   

 

Ogni altra informazione sulla scheda nel sito del Teatro dell’Opera

 

PV

Torna all'inizio del cotenuto