Segnala

BETA
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Portale Beta 

'Nel week-end l'arte si anima', nuovo ciclo di eventi culturali nei Musei Civici


Tematica: Cultura

27.10.2018 - 6.1.2019

 

Ripartita la nuova stagione di eventi culturali nei Musei Civici. Torna la manifestazione Nel week-end l’arte si anima, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con un nuovo calendario di eventi realizzati in collaborazione con le principali istituzioni cittadine come Azienda Speciale Palaexpo, Fondazione Musica per Roma, Teatro di Roma, Teatro dell’Opera, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Università Roma Tre, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

 

Ogni sabato sera, fino al 6 gennaio, prevista l’apertura straordinaria con ingresso a 1 euro (per i possessori della MIC Card l’ingresso sarà completamente gratuito) di uno dei Musei a pagamento del Sistema. Oltre a poter visitare le sale, le collezioni e le mostre dei più importanti musei, i visitatori potranno apprezzare gli spettacoli programmati da una delle istituzioni culturali coinvolte. La domenica, invece, l’appuntamento sarà nei musei a ingresso libero con le performance artistiche e le nuove opportunità culturali da non perdere.

 

E' stato ancora una volta il Museo di Roma il protagonista del week-end con l’apertura straordinaria serale di sabato 10 novembre dalle 20 alle 24.

Questo nuovo appuntamento ha visto l’impegno artistico della Casa del Jazz per la Fondazione Musica per Roma che ha animato la serata con un programma musicale totalmente dedicato alle sonorità della musica jazz. Protagonisti, il duo composto da Mario Raja (sax tenore) e Francesco Poeti (chitarra e basso) che, all’interno del salone del secondo piano (ore 21 e 22.45), hanno ripercorso la storia del jazz attraverso la riproposizione di storici classici e la rivisitazione di composizioni di Thelonious Monk e Steve Lacy e la Massimo Nunzi Observation Orchestra che si è cimentata nel concerto dal titolo Jazz in Cinemascope – La colonna sonora del Boom economico.

 

Nel salone d’onore, alle ore 21 alle ore 22.45, l’ensemble diretto da Massimo Nunzi ha guidato i visitatori in un viaggio musicale che ha ripercorso la storia d’Italia del dopoguerra e del boom economico attraverso le più suggestive incursioni jazz nelle colonne sonore dei film del periodo. Un concerto realizzato appositamente sui temi della mostra fotografica Il Sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946 – 1961, che i visitatori hanno potuto ammirare nel corso della stessa serata. La band, formata da alcuni dei migliori giovani musicisti della scena italiana, ha seguito un percorso filologico rigoroso rendendo omaggio ad alcuni dei più grandi maestri come Piero Umiliani, Riz Ortolani, Bruno Canfora, Bruno Martino e solisti di jazz come Oscar Valdambrini, Nunzio Rotondo e Chet Baker.

 

Pagando il biglietto simbolico di un euro, o gratuitamente se in possesso della MIC Card, si è potuto accedere al museo, attraversando le sale dello storico palazzo romano che affaccia su Piazza Navona, percorrere il percorso espositivo, ammirando la collezione permanente e le mostre temporanee, e assistere ai concerti in programma.

 

L’apertura serale di sabato 10 non è stato l’unico appuntamento della giornata. L’evento musicale, infatti, è stat anticipato da un’iniziativa rivolta ai bambini dai 6 ai 10 anni in programma al Museo delle Mura. La mattina laboratorio didattico gratuito dal titolo Nei panni del legionario. Sono state mostrate ai ragazzi riproduzioni accurate di corazze, elmi, scudi e spade, elementi che caratterizzavano l’armamento del legionario romano. Partendo da questo è stato facile far capire loro l’importanza delle Mura di Roma, un monumento che per il suo notevole sviluppo (18,83 Km) e per la sua lunga storia caratterizza fortemente la città. 

 

Gli eventi gratuiti sono proseguiti domenica 11 secondo la consueta formula della manifestazione. La mattina alle ore 11.30 la musica jazz della sera precedente ha lasciato il campo alle note della musica classica durante l’esibizione in programma al Museo Napoleonico. A entrare in scena sono stati i musicisti della Roma Tre Orchestra nel concerto gratuito dal titolo La musica romantica e neoromantica per violino e pianoforte. Daniele Sabatini al violino e Simone Rugani al pianoforte hanno eseguito la Sonata per violino n. 1 in fa maggiore di Mendelssohn, la Sonata per violino n. 2 in la maggiore op. 100 di Brahms e la Sonata per violino e pianoforte op. 11 di von Einem.

 

Contemporaneamente, alle ore 11.30, una nuova opportunità rivolta ai bambini ha preso vita nel Museo di scultura antica Giovanni Barracco. Aperto a una fascia di età compresa tra i 6 e i 10 anni, laboratorio didattico gratuito Geroglifici e cunei. 

 

Prossimo appuntamento: venerdì 16 novembre ancora al Museo di Roma con la collaborazione del Teatro dell’Opera di Roma.

 

Per maggiori informazioni 060608 -  museiincomuneroma.it.

 

RED

 

AGG 12 NOV 2018

 

 

Torna all'inizio del cotenuto