Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Le medicine del firmamento. Astronomia e alchimia al Santo Spirito in Sassia


Tematica: Cultura - Musei

27.9.2019

 

Osservare il cielo di Roma sospesi tra passato, presente e futuro. Globi, stelle e alchimisti. Le medicine del firmamento è l'evento che consente di farlo: venerdì 27 settembre dalle 17.30, quando, nell’ambito della Notte Europea dei Ricercatori, prende vita una serata gratuita dedicata alle stelle nella splendida cornice del Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia. L'iniziativa è a cura dei Musei Scientifici della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e della ASL Roma 1, in collaborazione con l’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria.

Nei giorni in cui cominciano a distinguersi nel cielo le costellazioni d'autunno, il Salone del Commendatore diventa il luogo dedicato alla riflessione storica, artistica, astronomica, passando dunque per l'alchimia e l'astrologia. Esposto al pubblico il seicentesco Globo Celeste di Vincenzo Maria Coronelli: le costellazioni rappresentate con straordinari e dettagliati disegni mitologici, accompagnati dall’esibizione de La Fontegara, un gruppo di musica medievale e rinascimentale.

 

Grazie a tre percorsi paralleli i visitatori possono inoltre osservare in diretta streaming la proiezione panoramica del cielo sopra il Palazzo del Commendatore, utilizzare telescopi messi a disposizione dal Planetario di Roma Capitale, assistiti da esperti, e partecipare ad una rappresentazione teatrale a cura del Teatro Reale.

 

L’evento è promosso dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

 

 

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Venerdì 27 settembre 2019, ore 17.30

Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia

Borgo Santo Spirito, 3

 

Il programma

 

Per info:

www.aslroma1.it

060608 (tutti i giorni ore 9-19)

info@museozoologia.it

 

 

RED

 

Torna all'inizio del cotenuto