Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

"Canova. Eterna bellezza", a Palazzo Braschi la mostra-evento


Tematica: Musei - Cultura

9.10.2019-15.3.2020

 

E' aperta dal 9 ottobre 2019 al 15 marzo 2020, al Museo di Roma (Palazzo Braschi), la mostra Canova. Eterna bellezza: una “mostra-evento”, sottolinea Zètema in una nota, “dedicata al legame di Canova con la città di Roma che, fra Settecento e Ottocento, fu la fucina del suo genio e un’inesauribile fonte di ispirazione”. E fino al 15 marzo, per soddisfare la grande richiesta del pubblico (oltre 90.000 visitatori dall'inaugurazione), la mostra apre in via straordinaria la sera tutti i sabati e le domeniche fino alle 22.00 (chiusura biglietteria alle 21.00).

 

Il prolungamento di orario comincia sabato 11 e domenica 12 gennaio, per proseguire tutti i sabati e le domeniche fino al 15 marzo.

 

Un allestimento fortemente scenografico per incorniciare oltre 170 opere di Canova e artisti a lui coevi. “In uno spettacolare gioco di luci e ombre”, spiega Zètema, “tra eleganti movenze e apparizioni di mitiche divinità, l’esposizione capitolina racconta in 13 sezioni l’arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò giungendo nell’Urbe nel 1779. Attraverso ricercate soluzioni illuminotecniche, lungo il percorso espositivo sarà rievocata la calda atmosfera a lume di torcia con cui l’artista, a fine Settecento, accoglieva i suoi ospiti nell’atelier di via delle Colonnette”.

 

In mostra anche importanti prestiti da musei e collezioni: dall’Ermitage di San Pietroburgo, dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno, dal Museo Correr di Venezia, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dal Musée des Augustins di Toulouse solo per citarne alcuni.

 

La mostra è promossa e prodotta da Roma Capitale (Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali) e da Arthemisia, curata da Giuseppe Pavanello e organizzata con Zètema Progetto Cultura. In collaborazione con l’Accademia Nazionale di San Luca e con Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno.

 

Per saperne di più, leggi la scheda sul sito del Museo di Roma.

 

PV

 

Ultimo agg. 10 GEN 2020

Torna all'inizio del cotenuto