Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Il Dipartimento Patrimonio ha adeguato le modalità di pagamento aderendo al nodo nazionale dei pagamenti PagoPA in attuazione dell’art. 5 del CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) e dal D.L. 179/2012.

15-feb-2018

Dal mese di febbraio 2018 le tipologie di entrata in capo al Dipartimento Patrimonio sono pagabili tramite il nodo nazionale dei pagamenti PagoPA, un sistema di pagamenti elettronici realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione ed adottato da un numero sempre crescente di Enti e di istituti di pagamento. 

 

PagoPA non è quindi un sito dove pagare, ma una nuova modalità per eseguire i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata. 
 

Per pagare tramite il Nodo PagoPA è obbligatorio essere in possesso dell’Identificativo Univoco di Versamento (IUV), presente sulla lettera o sull’avvisatura allegata al bollettino.

Una volta in possesso dello I.U.V. si potrà procedere ai pagamenti direttamente on line, tramite Prestatori di Servizio di Pagamenti attestati su Pago, con bonifico o tramite bollettino PA con le seguenti modalità:

1. Direttamente on line, sul sito www.comune.roma.it/Servizi di Pagamento, anche utenti non identificati cliccando Paga, con carta di credito o addebito in conto:

Carta di credito: indipendentemente dall’Istituto emittente la carta, è possibile effettuare il versamento selezionando il circuito a cui appartiene la carta.

In questo modo, saranno visualizzabili i Prestatori dei Servizi di Pagamento (PSP) che accettano la carta con le relative commissioni applicate.

Addebito in conto: l’utente potrà procedere con tale modalità di pagamento selezionando l’Istituto di cui è correntista (attenzione: non tutte le banche sono integrate con il nodo PagoPA).

Attraverso bonifico : utilizzando la modalità Mybank.


2. Direttamente on line sul proprio home banking attraverso il servizio CBill se attivato dall’Istituto di credito di cui si è correntisti.

 

3. Stampando l’avviso allegato al plico:

 

- Presso gli uffici postali con il bollettino premarcato allegato al plico ovvero, in caso di smarrimento o deterioramento dello stesso è possibile effettuare il versamento utilizzando il bollettino bianco PA inserendo i seguenti dati:

Codice fiscale Ente (02438750586),
Codice fiscale Contribuente;
I.U.V. (Identificativo Univoco di Versamento);
Importo;
numero di conto corrente (c/c 20046033).

 

- Presso tutti i Prestatori di Servizio di Pagamenti attestati su Pago ( quali Sisal Lottomatica Banche PA, grande Distribuzione, elenco completo su www.agid.gov.it) utilizzando il lato sinistro dell’avviso

 

Il nuovo conto corrente sul quale versare è il n. 20046033 intestato a Roma Capitale Risorse Economiche  Portale  pagamenti  on-line.  Su questo conto – attualmente - non è possibile eseguire bonifici Sepa e pagare con bollettini di conto corrente bianchi diversi da quelli PA.

 

 

 

 

Torna all'inizio del cotenuto