Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Qualità dell'aria. Dal 1° novembre 2019 al 31 ottobre 2020: limitazione della circolazione ai veicoli più inquinanti come lotta all'inquinamento

29-ott-2019

29 ottobre - La Sindaca Virginia Raggi, con le Ordinanze n. 204/2019 e n. 205/2019 ha disposto, per il periodo dal 1° novembre 2019 al 31 ottobre 2020, la limitazione della circolazione ai veicoli più inquinanti come misura a contenere l’inquinamento e a salvaguardare la salute dei romani, nel quadro degli impegni assunti da Roma per la lotta ai cambiamenti climatici e in linea con il PUMS (Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile), approvato ad agosto e ora in attesa delle osservazioni dei cittadini.

 

L'Ordinanza n. 204/2019, per il periodo dal 1° novembre 2019 al 31 ottobre 2020, oltre ai divieti già previsti dalla D.C.S. n. 4/2015, D.G.C n. 76/206 e s.m.i. e D.G.C. n. 82/2019, dispone il DIVIETO DELL'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE: 

A - all'interno della Z.T.L. “FASCIA VERDE” (come in Allegato I, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento), dalle ore 00.00 alle ore 24.00, dal lunedì al venerdì, per le seguenti tipologie veicolari:

- autoveicoli ad accensione comandata (benzina) "PRE-EURO 1", "EURO 1" ovvero non conformi, a seconda della categoria di veicolo, alla Direttiva 94/12/CE e successive, oppure alla Direttiva 96/69/CE e successive, oppure alla Direttiva 91/542/CEE - Fase II e successive;

- autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) "PRE-EURO 1", "EURO 1" ed "EURO 2", (ovvero non conformi, a seconda della categoria di veicolo, alla Direttiva 98/69/CE - Riga A e successive oppure alla Direttiva 1999/96/CE - Riga A e successive).

B - all'interno della Z.T.L. “ANELLO FERROVIARIO” (come in Allegato I, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento), fermo restando il divieto di cui al punto A), per le seguenti tipologie veicolari:

- autoveicoli ad accensione comandata (benzina) "EURO 2" (ovvero non conformi, a seconda della categoria di veicolo, alla Direttiva 98/69/CE - Riga A e successive oppure alla Direttiva 1999/96/CE - Riga A e successive);

- autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) “EURO 3” (ovvero non conformi, a seconda della categoria di veicolo, alla Direttiva 98/69/CE – Fase B e successive ovvero non conformi alla Direttiva 1999/96/CE – Riga B1 e successive).

Di prevedere che dai suddetti divieti di circolazione veicolare di cui alle lettere A) e B) siano esentate le seguenti categorie:

1. veicoli muniti del contrassegno per persone invalide previsto dal D.P.R. n. 503 del 24 luglio 1996;

2. veicoli adibiti a servizio di polizia e sicurezza, emergenza anche sociale ivi compreso il soccorso, anche stradale e il pronto intervento per acqua, luce, gas, telefono ed impianti per la regolazione del traffico e al trasporto salme;

3. veicoli adibiti al trasporto collettivo pubblico;

4. veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico ambientale, alla gestione emergenziale del verde, alla Protezione civile e agli interventi di urgente ripristino del decoro urbano;

6. veicoli adibiti al trasporto di partecipanti a cortei funebri;

7. veicoli con targa C.D., S.C.V. e C.V.;

8. veicoli adibiti al trasporto dei medici in servizio di emergenza, adeguatamente motivato, purché muniti di contrassegno dell’Ordine dei Medici;

9. veicoli BI-FUEL (benzina / GPL o metano), anche trasformati, marcianti con alimentazione GPL o metano;

10. veicoli regolamentati ai sensi delle deliberazioni di Assemblea Capitolina n. 66/2014 e n. 55/2018.

Di prevedere, in via transitoria limitatamente al periodo dal 1° novembre 2019 al 31 marzo 2020, il divieto di circolazione dal lunedì al venerdì (ad eccezione dei giorni festivi infrasettimanali) nelle fasce orarie 7.30-10.30 e 16.30-20:30 per gli autoveicoli ricompresi tra quelli di cui al punto b2) (non ricadenti nelle categorie esentate ai punti da 1. a 9.) e classificati, ai sensi e per gli effetti di cui all'art 47, comma 2, lett. c) del Nuovo Codice della Strada, come veicoli destinati al trasporto merci, categorie N1, N2 e N3.

 

Invece l'Ordinanza n. 205/2019, sempre per il periodo dal 1° novembre al 31 ottobre 2020, oltre ai divieti già previsti dalla D.G.C. n. 242/2011, D.C.S. n. 4/2015, D.G.C n. 76/206 e s.m.i. e D.G.C. n. 82/2019, dispone il DIVIETO DELL'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE all'interno della Z.T.L. “ANELLO FERROVIARIO” (come in Allegato I, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento), dalle ore 00.00 alle ore 24.00, dal lunedì al venerdì, per le seguenti tipologie veicolari:

- ciclomotori e motoveicoli "EURO 1" a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi (ovvero non conformi, a seconda della categoria di veicolo, alla Direttiva 97/24/CE - fase II e successive, oppure alla Direttiva 2002/51/CE - fase A e successive.

Di prevedere che dal suddetto divieto di circolazione veicolare siano esentate le seguenti categorie:

1. veicoli muniti del contrassegno per persone invalide previsto dal D.P.R. n. 503 del 24 luglio 1996;

2. veicoli adibiti a servizio di polizia e sicurezza, emergenza anche sociale, ivi compreso il soccorso, anche stradale e il pronto intervento per acqua, luce, gas, telefono ed impianti per la regolazione del traffico;

3. veicoli adibiti a metano  a GPL;

4. veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico ambientale, alla gestione emergenziale del verde, alla Protezione civile e agli interventi di urgente ripristino del decoro urbano;

6. veicoli adibiti al trasporto di partecipanti a cortei funebri;

7. veicoli con targa C.D., S.C.V. e C.V.;

8. veicoli adibiti al trasporto dei medici in servizio di emergenza, adeguatamente motivato, purché muniti di contrassegno dell’Ordine dei Medici;

 

Per ulteriori disposizioni vedere i testi delle Ordinanze n. 204/2019 e 205/2019.

Torna all'inizio del cotenuto