Casa Digitale del Cittadino
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Piano di Protezione Civile di Roma Capitale - edizione 2021

3-feb-2021

È online l’aggiornamento annuale del Piano di Protezione Civile - Edizione 2021, approvato dalla Giunta Capitolina lo scorso 8 gennaio con Deliberazione n. 1/2021.  A partire dal 2019 l'Amministrazione ha sostituito il precedente Piano Generale del 2008, oramai obsoleto, con un nuovo piano in linea con le normative vigenti regionali e nazionali, che viene aggiornato annualmente dai tecnici del Dipartimento Sicurezza e Protezione Civile e condiviso con le Strutture Operative e Territoriali di Roma Capitale.

 

La nuova edizione 2021, risente della situazione di emergenza sanitaria che ha caratterizzato l’intero anno passato: sia per la grande quantità di attività e servizi di assistenza alla popolazione e supporto alle Istituzioni che il Dipartimento si è trovato a realizzare, sia perché la situazione ha presentato problematiche inedite, almeno negli ultimi 50 anni, a scala non solo cittadina ma nazionale e globale.

La risposta prodotta dal Dipartimento e dal Sistema di Protezione Civile nel suo complesso nella prima fase dell’epidemia (marzo-giugno), ha prodotto più di 8.000 servizi emergenziali, rispetto ad un massimo di circa 2.500 servizi annui, resi dal 2013, in una situazione di potenziale pericolo di contagio che ha riguardato gli stessi operatori della protezione civile e, in primo luogo, il mondo del volontariato. L’esperienza della prima fase ha indotto a sistematizzare le attività svolte ed a formulare un piano di misure di contrasto alla pandemia, soprattutto in quelli che sono gli aspetti indiretti e le ricadute sociali sulla popolazione che rivestono carattere emergenziale.

 

Nonostante il grande impegno che l’emergenza sanitaria ha comportato e tuttora comporta, si è comunque continuato ad approfondire alcune situazioni territoriali specifiche, aggiungendo ai piani speditivi quello dell’Aniene e del Fosso di Vallerano e gli adeguamenti dei piani di settore alle innovazioni normative, avvenute soprattutto in conseguenza della D.G.R. 865/2019 e alle nuove pianificazioni di rischio di incidente rilevante.

 

Nello specifico:

 

Nel fascicolo 1 sono stati aggiornati alcuni dati relativi al contesto urbano di Roma Capitale, come popolazione e aree di emergenza, grazie al supporto delle strutture territoriali (Municipi-Gruppi di Polizia Locale).

 

Nel fascicolo 2 oggetto di una più profonda ristrutturazione, sono state recepite le nuove indicazioni regionali riguardanti il rischio vento e le modifiche del sistema di allertamento, base fondamentale del sistema di protezione civile. Le modifiche derivanti dalla DGR 865/19 hanno riguardato anche il rischio neve trattato nel fascicolo 4, che è stato inserito integralmente nel nuovo sistema. Queste modifiche tendono a migliorare la gestione di tutti gli eventi meteo, attraverso gli strumenti usuali del Centro Operativo Comunale (COC), delle Unità di Crisi Locale (UCL) e ad ottimizzare il coordinamento delle articolazioni operative di Roma Capitale (SIMU, Polizia Locale, Municipi e Ambiente). I piani dedicati a situazioni territoriali specifiche (Piani Speditivi) sono stati quest'anno incrementati, includendo il Fiume Aniene (già posto in pratica nel corso delle passate emergenze di dicembre 2020-gennaio 2021) e il fosso di Vallerano.

 

Nel fascicolo 3, quello sul rischio idrogeologico da frana, l’aggiornamento ha riguardato principalmente quello relativo alle strutture di accoglienza, così come nel fascicolo 7 dedicato al rischio sismico. 

 

Nel fascicolo 5,  sono state introdotte le innovazioni relative alla Campagna Antincendio Boschivo - AIB 2020, con i dati relativi agli eventi gestiti. 

 

Nel fascicolo 6, dedicato al rischio di incidente industriale rilevante, è stato aggiunto il piano per l'istallazione del depuratore ACEA di via Ostiense. 

 

Infine, nel fascicolo 8  è stata aggiunta la pianificazione delle azioni volte a contrastare il rischio sanitario dovuto alla pandemia di Covid 19, formulato a partire dalle azioni poste in pratica nella prima fase (marzo-maggio 2020), e tuttora in esecuzione, in relazione alla classificazione del territorio stabilita dalle norme governative.

 

Fascicolo 1 - Informazioni di carattere generale

Fascicolo 2 - Rischio idraulico

Fascicolo 2 - Rischio idraulico (allegati)

Fascicolo 3 - Rischio idrogeologico da frana

Fascicolo 4 - Rischio neve e ghiaccio

Fascicolo 5 - Rischio incendio boschivo e di interfaccia

Fascicolo 6 - Rischio incidente rilevante

Fascicolo 7 - Rischio sismico

Fascicolo 8 - Altri Rischi

 

Qui tutti gli allegati del Piano di Protezione Civile 

 

Scaricare l'opuscolo Il Piano di Protezione Civile di Roma Capitale

 

Torna all'inizio del cotenuto