Casa Digitale del Cittadino
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Progetto Europeo REST: on line le Linee Guida per la tutela di minori e di giovani adulti stranieri nella città metropolitana di Roma. Evento finale il 17 giugno in Campidoglio

25-mag-2022

Con la pubblicazione delle Procedure Operative Standard (Sops), che affrontano il fenomeno della violenza e dello sfruttamento a fini sessuali ai danni di minori e di giovani adulti stranieri, giunge al termine il progetto europeo REsilient STrategies for young migrant GBV survivors (REST), del quale Roma Capitale è partner.

 

Il Progetto, promosso dall’organizzazione umanitaria Intersos in partenariato con Roma Capitale – Ufficio Speciale Rom Sinti e Caminanti, e la Società di Ricerca, Consulenza e Comunicazione Digivis, è partito nel novembre 2020, si chiude il primo luglio 2022 ed è stato finanziato nell’ambito del programma europeo Rights, Equality and Citizenship 2014-2020.

Le Procedure Operative Standard (Sops) elaborate nell’ambito del progetto REST, rappresentano una metodologia per migliorare la capacità delle istituzioni e delle ONG di lavorare con i minori stranieri non accompagnati (MSNA) e con i giovani uomini vittime o esposti a violenza o sfruttamento sessuale, rafforzando le sinergie di cooperazione fra tutti gli attori coinvolti.

Il documento verrà presentato nell’evento conclusivo del Progetto, previsto per il 17 giugno 2022 presso la sala del Carroccio in Campidoglio.

Le procedure verranno inoltre condivise a livello nazionale con gli altri Comuni tramite L'Associazione dei Comuni italiani (Anci), al fine di proporre una metodologia di intervento dinamica che possa essere adattata ai diversi contesti urbani, non solo italiani

 

Destinatari delle Procedure Operative Standard sono i professionisti operanti nelle Unità di Strada e dei Servizi Sociali, gli operatori delle Forze dell’Ordine e tutti coloro che possono entrare in contatto con MSNA e giovani potenziali sopravvissuti a violenza o sfruttamento sessuale, nelle varie fasi dell’intervento dal momento del contatto e dell’aggancio all’avvio di possibili percorsi di supporto e protezione.

Due i corsi di formazione organizzati nell’ambito del Progetto per i professionisti e gli operatori coinvolti nelle varie attività di contrasto al fenomeno dello sfruttamento sessuale di minori e di giovani adulti stranieri.

 

Oltre alla realizzazione delle Procedure Operative Standard gli altri obiettivi di REST sono:

  • raggiungere i minori stranieri non accompagnati e i giovani adulti tramite l'unità di strada con operatori formati per costruire un supporto su misura in grado di accompagnarli verso un ambiente sicuro;
  • sensibilizzare e sostenere i giovani migranti attraverso una campagna ad hoc sui principali social media per diffondere informazioni relative al rischio di possibile sfruttamento lavorativo e sessuale in Europa;
  • migliorare ed aumentare la capacità degli operatori delle istituzioni locali e di prossimità e degli operatori di ONG e Terzo settore.

 

Tra le altre realizzazioni del progetto si segnalano l’attivazione di una unità di strada da Intersos Ong e di un laboratorio di orientamento al lavoro, che svolge anche tutte le attività di rendicontazione delle attività con la Commissione Europea.

 

Consulta le Procedure Operative Standard e la Determinazione Dirigenziale n. 1664 del 23/05/2022 che le approva.

Torna all'inizio del cotenuto