Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

La Sindaca Informa

sindaca informa new

Numero 113 - 22 giugno 2019

 


LA SINDACA INFORMA N. 113 (PDF)

 

 

 

#SBLOCCAROMA: 1,8 MILIARDI PER INVESTIMENTI E SVILUPPO

A Roma l’amministrazione torna ad investire per rilanciare l’economia e il lavoro. Oltre un miliardo e 800 milioni di euro: è la cifra degli investimenti che abbiamo messo in campo per i prossimi tre anni. Con lo #SbloccaRoma2, la variazione al Bilancio di previsione 2019-2021 da poco approvata dall’Assemblea Capitolina, arriviamo dunque a una somma che non ha precedenti nel recente passato. Agli 1,2 miliardi stanziati nella manovra di dicembre si aggiungo gli oltre 600 milioni di euro della variazione: risorse per manutenzione delle metropolitane (vengono recepiti i 425 milioni di euro ottenuti dal Ministero dei Trasporti), per le strade (con i 60 milioni stanziati dal Governo), l’acquisto di nuovi autobus, riqualificazione dei parchi e piantumazione di nuovi alberi, adeguamento e ristrutturazione di asili e scuole, realizzazione e riqualificazione di mercati, installazione di nuovi impianti di illuminazione e videosorveglianza in varie zone della città.

In questi anni abbiamo lavorato in silenzio per mettere in ordine i conti e trovare queste risorse da investire sul territorio. Abbiamo avviato i bandi di gara che puntano a premiare la concorrenza e le aziende dinamiche sul mercato. Avere i conti in ordine ci consente, oltre che di finanziare opere per la città, di continuare l’azione di riduzione del debito: grazie all’avanzo di Amministrazione possiamo coprire debiti fuori bilancio ereditati dalle precedenti gestioni e ridurre ulteriormente di oltre 89 milioni di euro i mutui con le banche. Senza dimenticare i Municipi a cui, con la variazione di bilancio, sono state destinate risorse in modo uniforme per consentire uno sviluppo armonico di tutti i territori.

Questi sono i fatti, i numeri che dimostrano che Roma non è ferma e riprende a investire. Un messaggio concreto alle forze produttive della città e ai cittadini. In questi giorni il numero di cantieri si sta moltiplicando: è il chiaro segnale che finalmente tornano gli investimenti pubblici.

 

EUR LAURENTINA-TOR PAGNOTTA: NUOVO SERVIZIO FILOBUS IN PERIFERIA 

E’ partito il pre-esercizio di Atac per il nuovo servizio filoviario Eur Laurentina-Tor Pagnotta. Si sta procedendo con gli ultimi collaudi per testare il “corridoio della mobilità”: una corsia riservata e protetta destinata ai mezzi del trasporto pubblico nel quadrante sud di Roma. A breve, quindi, sarà disponibile un nuovo servizio per i tanti lavoratori e residenti che questi lavori li hanno visti nascere più di un decennio fa. Abbiamo fatto ripartire questo cantiere bloccato per garantire un collegamento diretto e rapido tra la metro e i quartieri più periferici a sud di Roma. Tempo risparmiato per tutti, senza attese o ingorghi e una qualità dell’aria migliore grazie all’uso di mezzi elettrici. Sul corridoio filoviario della mobilità Eur Laurentina-Tor Pagnotta circoleranno la linea 72 (da Trigoria alla stazione Laurentina passando per il Campus Biomedico); la 73 (collegherà Trigoria con Piazzale dell’Agricoltura); e la nuova linea 74 (dalla stazione metro Laurentina a Tor Pagnotta)

 

#STRADENUOVE: VIA DEL MASCHERINO E VIA TOR BELLA MONACA 

Prosegue il nostro lavoro per migliorare la sicurezza e la viabilità delle strade della nostra città. Con la chiusura del cantiere, anche via del Mascherino entra a far parte di #StradeNuove. L’intervento in questa via del centro, a due passi dalla basilica di San Pietro, è consistito principalmente nel rifacimento dei sanpietrini. Sono state pulite tutte le caditoie della strada ed è stato anche verificato il funzionamento della rete fognaria.

 

Continuano intanto i lavori di manutenzione stradale straordinaria su via di Tor Bella Monaca, nella periferia est della città. È terminato il primo tratto da via Cambellotti a via del Fuoco Sacro e poi a salire, per tratti, fino alle rampe di uscita sul Grande Raccordo Anulare: quella in direzione Prenestina - Tiburtina è stata completata. Durante i lavori è stata eseguita anche la pulizia delle caditoie oltre a interventi di sfalcio del verde e di potatura degli alberi. Ora stanno per iniziare i lavori nel tratto in direzione Casilina fino alla rotatoria all'altezza con via di Torrenova. Infine, sarà eseguito il lavoro più delicato, che prevede di scavare ben 50 cm per rifare la strada della rampa in entrata dal Grande Raccordo Anulare. È per questo che l'uscita dal GRA verso Tor Bella Monaca verrà chiusa per alcuni giorni. Sappiamo che i cantieri provocano disagi per la viabilità: insieme alla Polizia Locale, stiamo avvisando per tempo gli automobilisti sulle chiusure provocate dai lavori in corso e sui percorsi alternativi.

 

NUOVA VITA PER LA PRIMA ZECCA D’ITALIA 

Riqualificare gli spazi della città significa restituire ai cittadini luoghi di aggregazione, di confronto culturale e sociale. Va in tale direzione la valorizzazione scelta dall’Istituto Poligrafico per il recupero della prima Zecca d’Italia nel quartiere Esquilino, che diventerà un Polo Culturale delle Arti e dei Mestieri. L’intervento è pensato per creare una connessione con il territorio e con la vita dei cittadini, grazie al connubio tra tutela del patrimonio edilizio storico-industriale e sguardo rivolto al futuro. È frutto di un concorso di progettazione, una procedura che la nostra Amministrazione predilige perché consente di scegliere la migliore proposta mediante bando pubblico e di aprire un confronto ad altissimo livello per la riqualificazione dei tanti immobili che vogliamo possano presto tornare a disposizione dei cittadini. Lo stesso approccio è alla base di “ReinvenTIAMO Roma”, attraverso cui si vuole creare una sinergia tra pubblico e privato per la rigenerazione di aree abbandonate, con regole chiare e attenzione alle attuali esigenze dei cittadini. È una visione d’insieme che lega il recupero degli immobili al contesto sociale, culturale e produttivo dei quartieri. È la rigenerazione urbana di cui Roma ha bisogno, inclusiva e aperta alla cittadinanza.

 

LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO DELL’OPERA 

E’ stata presentata la nuova stagione del Teatro dell’Opera con moltissime novità che sposano tradizione ed innovazione. L’obiettivo è riportare il Teatro dell’Opera non solo al centro della scena artistico-culturale, operistica e della danza di Roma, ma anche nella scena italiana e internazionale. E farlo arrivare anche tra le persone che non hanno ancora avuto modo di viverlo. In tal senso, stiamo rafforzando l’Opera Camion, abbiamo portato il Teatro dell’Opera nei Teatri di Cintura in periferia, aperto gli spettacoli e le prove generali ai volontari e a tutte quelle persone e cittadini che si spendono senza sosta per il Comune di Roma e la nostra città. Parallelamente gli introiti: i maggiori ricavi derivati dalla bigliettazione; l’ingresso di nuovi soci privati consolidano i ricavi del teatro e la situazione economica patrimoniale consentendo, a partire da quest’anno, di ricominciare a pagare i premi di produzione.

 

EZIO BOSSO CITTADINO ONORARIO DI ROMA

Roma si arricchisce di un ambasciatore di bellezza e arte nel mondo: Ezio Bosso. Giovedì, in Aula Giulio Cesare, ho conferito la cittadinanza onoraria di Roma al Maestro Ezio Bosso. La musica – come dichiarato più volte dal Maestro - cambia la vita, illumina la vita. Perché la musica è di tutti e pone tutti sullo stesso piano, è un linguaggio davvero universale, senza proprietari, senza barriere, senza confini. Dare armonia – in senso musicale - è un gesto di pace e di libertà. La musica in tutte le sue forme e le sue manifestazioni rappresenta un’affermazione costante dell’uguaglianza tra gli esseri umani, di inclusione. L’accento che il Maestro Bosso ha messo sull’insegnamento della musica, nelle scuole, a iniziare dall’asilo punta a diffondere questi valori altissimi. È questa una delle motivazioni che hanno animato l’Assemblea capitolina nel sceglierlo come nuovo cittadino di Roma.

 

IN CAMPIDOGLIO IL MUSICAL “IN FLUMINE VERITAS”

Un regalo alla città. Lo hanno fatto gli oltre 100 alunni degli istituti comprensivi Villaggio Prenestino e Emma Castelnuovo, due scuole della periferia est della Capitale. In Piazza del Campidoglio, nel cuore di Roma, hanno messo in scena il musical “In flumine veritas”. E’ stata una festa per i ragazzi, i loro genitori, gli insegnanti e soprattutto per tutti noi. Li ringrazio per aver accolto il mio invito a portare il loro spettacolo sul meraviglioso palcoscenico di piazza del Campidoglio e ringrazio Roberto Romanella, presidente del Municipio VI, per aver supportato questa iniziativa. Le scuole romane si confermano un laboratorio di creatività e di valori. Esistono tantissimi esempi positivi come questo e noi vogliamo valorizzarli, riportando “al centro” le periferie e rendendole protagoniste della vita della città.

 

“SCUOLE APERTE” PER I BAMBINI ANCHE IN ESTATE 

Scuole aperte anche in estate. Si ripete, dopo il successo del periodo natalizio e pasquale, il progetto “Scuole aperte”, finanziato da Roma Capitale, in 32 scuole (in aumento rispetto alle 21 di dicembre 2018 e alle 18 dello scorso aprile) della città. Un’iniziativa che vuole tutelare e garantire i diritti dei bambini, offrendo loro nuove occasioni di apprendimento culturale e socializzazione, e che va incontro alle esigenze delle famiglie, sostenendole in un periodo dell’anno in cui la chiusura delle scuole genera difficoltà per i genitori occupati. I bambini - suddivisi nelle fasce di età 3-5 anni, 6-9 anni, 10-13 anni - saranno coinvolti in laboratori ludico-motori, attività pre-sportive, pittura, musica, teatro, corsi di inglese e molto altro. Le scuole aderenti hanno previsto aperture minime di 4 settimane fino a un massimo di 8, coprendo la prima settimana di settembre. Inoltre gli Istituti Comprensivi accoglieranno anche i bambini delle scuole dell’infanzia limitrofe a quelle aderenti e degli Istituti Comprensivi di zona.

 

GRAB, ACCORDO ROMA CAPITALE-MIT 

Abbiamo fatto un altro passo in avanti nell’iter di progettazione e realizzazione del Grab, il Grande raccordo anulare delle biciclette, un’opera di grande valore storico e culturale che vogliamo lasciare in eredità alla nostra città. E’ stato approvato dalla Giunta capitolina il Protocollo di intesa sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione del Grab. L’accordo prevede l’istituzione di un tavolo inter-istituzionale e la definizione del cronoprogramma delle attività da mettere in campo. Il Grab è un unico itinerario di 45 chilometri di interesse storico, turistico, culturale e ambientale al servizio di Roma. Il tracciato ricucirà le piste già esistenti o in fase di progettazione e realizzazione, dal centro alla periferia, creando un anello ciclabile che attraversa parchi e ville storiche, un percorso strutturato che rappresenta un valore aggiunto per la Capitale.

  

SICUREZZA STRADALE, AUMENTANO I CONTROLLI

Proseguono in tutta Roma i controlli della Polizia locale di Roma Capitale per sanzionare gli automobilisti che parcheggiano l’auto in sosta selvaggia e nei posti riservati alle persone con disabilità o sulle strisce pedonali impedendo il passaggio dei pedoni. Ad aprile sono state emesse quasi 10mila multe e nei primi 4 mesi dell’anno circa 44mila per infrazioni di regole a tutela di pedoni e persone con disabilità. E’ un lavoro importante perché permette di rendere più sicure le nostre strade e punire chi viola regole basilari del codice stradale. I controlli sulle strisce pedonali negli ultimi mesi sono aumentati grazie ai turni capillari dei gruppi della Polizia locale per ciascun Municipio.

 

APPUNTAMENTI

Primo weekend d’estate pieno di appuntamenti, eventi e visite guidate. Appena conclusa con successo la 34ima edizione della Festa della Musica, che ha coinvolto luoghi e spazi pubblici in tutti i Municipi della città, continuano ogni sera sia le visite multisensoriali “L’Ara com’era” al Museo dell’Ara Pacis che lo straordinario progetto Viaggi nell’antica Roma al Foro di Cesare e al Foro di Augusto e il nuovissimo Circo Maximo Experience, che fa rivivere la storia del Circo Massimo attraverso la realtà aumentata e virtuale. Per Musei da toccare sabato visita tattile-sensoriale “Toccare un segno urbano” al Museo delle Mura.

 

Sabato pomeriggio al Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina incontro “Le ville di Roma, inedito teatro di guerra” dedicato all’esperienza storica della Repubblica Romana del 1849.

Doppio appuntamento sabato alla Casina delle Civette: la mattina musica con il Coro Polifonico Marco Taschler e nel pomeriggio laboratorio didattico rivolto a bambini dai 6 ai 10 anni dedicato alla tecnica antichissima del vetro murrino.

Sempre alla Casina delle Civette domenica sono in programma altri due appuntamenti: alle 11 il concerto del coro ConCorde e alle 16.30 evento di musica e letteratura nel giardino dal titolo “C'ero una volta 1960-1969. Le storie del nostro incanto”. Per i più piccoli fine settimana di laboratori e spettacoli al Museo di Zoologia.

 

Prosegue inoltre tutti i giorni il ricco calendario di eventi in tutta la città dell’Estate Romana 2019. In particolare due gli appuntamenti con “Figaro!”, l’opera che esce tra le strade con la Compagnia dell’OperaCamion del Teatro dell’Opera di Roma: domenica 23 a Largo Salvatore Zappalà (Cinecittà, Municipio VII) e martedì 25 in Piazza Attilio Pecile (Garbatella, Municipio VIII).

 

Il programma dell’Estate Romana, in continuo aggiornamento, si trova su estateromana.comune.roma.it e su Facebook, Twitter e Instagram su @culturaaroma.

 

Archivio "La Sindaca informa"

Torna all'inizio del cotenuto