Segnala

BETA
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Portale Beta 

Assessorato all'Urbanistica

Linee Programmatiche dell’assessorato

 

Saper immaginare il futuro della città al di fuori dei processi lineari di pianificazione e allo stesso tempo capire come ricomporre gli spazi e le necessità dei cittadini, di tutti coloro che hanno diritto alla città. Questa la sfida in ambito urbanistico: pensare la città a partire dalle tante narrazioni possibili, in una forma capace di interpretare le diverse voci, le possibilità di sviluppo, i bisogni individuali e condivisi. 

Mentre nel passato si pensava allo sviluppo immaginando di poter governare la crescita in maniera deterministica, scientifica, analitica, in una chiara corrispondenza tra distribuzione delle funzioni, standard, zoning, e vita delle persone, oggi bisogna saper intercettare le diverse potenzialità e farle emergere, ascoltare la città immaginando le infrastrutture su cui possano crescere le tante attività che in essa esistono, perché queste realtà possano realmente partecipare alla creazione di nuove forme di urbani. Luoghi che siano capaci di mobilitare e alimentare le capacità creativa che esiste, le possibilità di far crescere nuovi lavori, nuova imprenditorialità, nuova socialità e nuove relazioni.

L'approccio su cui si basa il lavoro di questo Assessorato sviluppa una strategia su tre diversi nodi:

Una città più facile e accessibile. Indirizzare lo sviluppo sui nodi infrastrutturali esistenti e programmati. È necessario far crescere l’intermodalità e favorire, in accordo con il PUMS, la facilità degli spostamenti, interpretare il rapporto tra spazi della città e dell’area metropolitana da un lato e tra reti di città europee dall’altro. Nonostante si sia parlato, fin dal 1995, di cura del ferro, la città è cresciuta pensando unicamente al trasporto privato su gomma.
Strutturare una città che sia realmente policentrica, una rete di territori diversi, di luoghi dell’abitare e del lavorare, di nuovi spazi di incontro, una città capace di raccogliere le sfide del nostro tempo.

Una città densa e intensamente abitata. Individuare e armonizzare gli strumenti per favorire la rigenerazione dell’esistente. Roma è una città dispersa sul territorio che non sembra capace di guardare al proprio interno, alla rigenerazione di luoghi che si stanno trasformando o hanno già perso la loro destinazione originaria, di interi quadranti in cui esistono aree in corso di dismissione. Spesso la sovrapposizione di norme nelle fasi di attuazione dei programmi ha reso difficili le trasformazioni complesse. Individueremo gli strumenti e i percorsi per favorire gli investimenti in questi luoghi, per ripensare e recuperare a nuovi usi gli spazi, rendere gli edifici compatibili con un utilizzo più consapevole delle risorse energetiche per minimizzare l’impatto con il territorio.
Costruire una città che sappia offrire spazi di qualità diffusi, capace di legare la sua visione di futuro a quella del suo passato, la bellezza dei suoi paesaggi con le esigenze della contemporaneità.

Una città giusta e dove tutti abbiano il diritto alla città. Garantire il diritto di tutti all’abitare. Esistono ancora intere parti di città con infrastrutture non finite, strade, fogne, dove mancano i servizi: scuole, palestre, spazi pubblici. Ancora oggi interi quartieri di trovano in aree di rischio idrogeologico. Ci impegneremo sviluppare e completare le opere di urbanizzazione in queste aree monitorando e garantendo il rispetto e il ripristino delle norme e delle regole. Ma allo stesso tempo vogliamo sviluppare e potenziare l’offerta guardando ai diversi bisogni di chi vive oggi la città: lavoratori, studenti, anziani. Sviluppare forme differenziate di accoglienza e nuove forme di servizi per nuovi modelli abitativi.

Sviluppare una cultura dell’abitare che garantisca pari dignità a tutti i cittadini in tutta la città.

Principali Obiettivi di Pianificazione e Sviluppo

  • Aggiornamento e regolamentazione degli strumenti attuativi a seguito della Legge regionale sulla Rigenerazione Urbana.
  • Pianificazione con revisione dei programmi urbanistici in corso di adozione per l'armonizzazione dei diritti acquisiti con i principi di contenimento del consumo di suolo.
  • Aggiornamento e verifica del PAG in sinergia con gli enti sovraordinati; integrazione del sistema dei nodi di scambio intermodale in riferimento alle linee programmatiche del PUMS.
  • Aggiornamento e ripianificazione del Piano di Assetto Tiburtina ed ex SDO.
  • Aggiornamento dello strumento dei PRINT e dell'iter procedurale  attraverso anche la loro riperimentrazione in sub ambiti.
  • Aggiornamento dei programmi di riqualificazione urbana ex lege 493/93 (PRIU, PRU) e dell'iter procedurale.
  • Programmazione e svolgimento di procedure concorsuali finalizzate alla progettazione di ambiti di rigenerazione urbana a spazi e servizi pubblici, nonché attività di supporto all'indizione di procedure concorsuali private.
  • Monitoraggio del PRG: aggiornamento del dimensionamento in relazione agli strumenti urbanistici esecutivi e variante generale "verde e servizi" ai fini del ridimensionamento degli standard.
  • Monitoraggio del PRG: aggiornamento e riorganizzazione degli elaborati gestionali della Carta della Qualità (G1/ G2).
  • Redazione delle Carte di accessibilità delle singole Aree Urbane attraverso un programma di riorganizzazione dell'elaborato gestionale  (G3  sistema della mobilità) del  P.R.G. approvato in riferimento alle linee programmatiche del PUMS.
  • Verifica e ricognizione della disponibilità di aree pubbliche per la pianificazione di interventi di edilizia residenziale pubblica, nonché della localizzazione di edifici dismessi che siano di supporto all'ERP.
  • Ricognizione dei Toponimi e zone O finalizzata alla definizione di sinergie tra gli interventi già programmati nelle periferie, approvazione dei progetti di opere pubbliche e stipula convenzioni
  • Ricognizione aggiornamento e ripianificazione dei programmi PEEP e definizione delle sinergie con gli strumenti urbanistici contigui.

Tematica: Casa e Urbanistica - Da: Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica

10 gennaio 2018

Nominato il Co.Q.U.E. Comitato Qualità Urbana ed Edilizia

La Sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza per la nomina dei membri del Comitato per la Qualità Urbana ed Edilizia di Roma Capitale (Co.Q.U.E.).

Tematica: La città che cambia - Da: Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica - Municipio: Municipio XIV

5 febbraio 2018

Selva Candida: ascolto audio dell'incontro partecipativo del 23.01.2018

Pubblicata la registrazione integrale dell'incontro svoltosi il 23 gennaio 2018 presso l'Istituto Scolastico di Via Santi Audiface e Abacuc.

Vai alla scheda

Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto