Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Ondata di freddo. Cosa fare in caso di neve e ghiaccio

Tematica: Sicurezza Urbana e Protezione Civile - Ambiente

27 febbraio 2018

 

In considerazione dell’ondata di grande freddo, delle nevicate e del rischio ghiaccio, così come disposto nell’Ordinanza Sindacale 189/2017, si ricorda che in caso di precipitazioni nevose, i proprietari e i gestori di immobili devono mantenere sgomberi dalla neve, durante e dopo le nevicate, i marciapiedi antistanti gli stabili per una larghezza di due metri.

 

In caso di brusco abbassamento delle temperature, al di sotto degli zero gradi centigradi, si raccomanda di tenere aperto il solo rubinetto dell’acqua potabile (sarà sufficiente un filo d'acqua) più vicino al contatore o alla bocca di erogazione o al tubo di ingresso idrico nello stabile, per evitare il congelamento e la conseguente rottura delle tubazioni idriche e mantenere in esercizio gli impianti di riscaldamento al fine di evitare la rottura delle tubazioni.

 

La Protezione Civile di Roma Capitale ha preallertato le strutture interessate e le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile al fine di predisporre le misure organizzative che si rendano necessarie in conseguenza dell’evoluzione degli eventi atmosferici, così come disposto nel Piano Speditivo per rischio neve e ghiaccio.

Si raccomanda inoltre di:

utilizzare con prudenza i mezzi a due ruote;

limitare gli spostamenti a quelli strettamente necessari e, quando possibile, preferire l’uso dei mezzi pubblici;

evitare di tenere all’esterno gli animali domestici e/od ospitati presso canili e rifugi.

 

Per informazioni e/o interventi: Sala Operativa H24 della Protezione Civile di Roma Capitale: numero verde 800 854 854 o 06 67109200 e Sala Operativa H24 della Polizia Locale di Roma Capitale 06 67691.

 

RED

 

 

 

 

 

 

 

Torna all'inizio del cotenuto