Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Pasqua, Green zone per la sicurezza. Gli eventi religiosi

Tematica: Sicurezza Urbana e Protezione Civile - Viabilità e traffico - Mobilità  e Trasporti - Roma

30 marzo 2018

 

Da venerdì 30 e fino al lunedì di Pasquetta, l’area del Centro storico, dal Colosseo al Vaticano, è trasformata in una Green zone dove non è possibile effettuare alcuna manifestazione. Per motivi di ordine pubblico, anche in considerazione dello scenario internazionale, la Questura di Roma ha disposto un piano di sicurezza straordinario.

Vietata anche la circolazione dei mezzi pesanti all’interno dell’area.

Le forze dell'ordine sono supportate da un reticolo di telecamere di videosorveglianza che conta oltre un centinaio di apparati.

Previste misure particolari per la Via Crucis al Colosseo, nella serata di venerdì, e per la Santa Messa del giorno di Pasqua, entrambe celebrate dal Papa.

Doppia area di sicurezza per entrambi gli eventi con nove varchi controllati con metal detector per la Via Crucis e sette varchi per l'area di San Pietro.

In campo i reparti speciali della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri, a supporto dell'attività delle pattuglie ordinarie, che sono impiegati in funzione di prevenzione ma comunque pronti ad intervenire in caso di criticità.

Incrementata la presenza della Polizia sul territorio in considerazione dell’afflusso di turisti e fedeli nelle aree considerate più a rischio, come le chiese i luoghi dove si svolgono gli eventi principali.

Il vasto quadrante è circoscritto, tra  l’altro, dal Colosseo, piazza della Repubblica, lungotevere Flaminio e Muro Torto. 

 

Il giorno di Pasqua, domenica 1 aprile, dalle 10, è prevista la celebrazione della Messa con la benedizione Urbi et Orbi in piazza San Pietro.

Lunedì 2 aprile, dalle 12, sempre in piazza San Pietro, recita della preghiera Regina Coeli. 

Per aggiornamenti su viabilità e trasporti, consultare muoversiaroma.it.

 

RED 

Torna all'inizio del cotenuto