Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Targa in ricordo di Stefano Gaj Taché nei giardini davanti alla terrazza Caffarelli

Tematica: Scuola - Sociale - Diritti dei cittadini - Ambiente

16 maggio 2018

 

Onorare la memoria del piccolo Stefano Gaj Taché, ucciso in un attentato terroristico nella Sinagoga di Roma il 9 ottobre 1982, tramite percorsi di riflessione incentrati su temi come la conoscenza, il dialogo e l’eguaglianza. Accolti in Campidoglio gli studenti di otto scuole provenienti da quattordici classi, per un totale di duecento alunni in rappresentanza delle dieci scuole e di cinquecento bambini che hanno aderito al progetto.



Nel corso della riunione si sono alternati interventi e riflessioni di Ruben Della Rocca, vicepresidente della Comunità Ebraica di Roma e di Daniela e Gadiel Taché, mamma e fratello di Stefano. I bambini hanno presentato e letto poesie, pensieri, lettere e immagini che hanno raccontato e fotografato la loro idea di Memoria e di Testimonianza.



Le scuole hanno ricevuto in premio un piccolo albero di melograno, da coltivare come simbolo della Memoria nel giardino del proprio istituto. Apposta una targa che ricorda Stefano Gaj Taché su un melograno nei giardini comunali davanti alla terrazza Caffarelli.

 

RED

Torna all'inizio del cotenuto