Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Memoria, in viale Carso la targa per Aurelio e Melanie Mistruzzi

Tematica: Diritti dei cittadini - Roma - Sindaca - Cultura

6 febbraio 2019

 

È stata scoperta in viale Carso una targa dedicata ai coniugi Aurelio e Melanie Mistruzzi, proclamati Giusti tra le Nazioni dallo Yad Vashem di Gerusalemme, il Centro isituito per tramandare il ricordo della Shoah, per avere salvato cittadini ebrei durante le persecuzioni nazifasciste.


 

Alla cerimonia erano presenti la sindaca di Roma Virginia Raggi, la presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello, la presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi, il sovrintendente Claudio Parisi Presicce, la figlia di Aurelio e Melanie, Lea Mistruzzi, la nipote Anna Melania Urbani, il regista e autore del film 1938. Quando scoprimmo di non essere più italiani, Pietro Suber, la testimone Lea Polgar e gli studenti della classe 5ª B del Liceo Classico del Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II, e della 5ª elementare della Scuola Primaria Ermenegildo Pistelli dell’Istituto Comprensivo Claudio Abbado.


 

La targa è stata apposta sulla facciata del villino di viale Carso al civico 46, dove i coniugi Mistruzzi accolsero e aiutarono famiglie ebree, salvandole dalla deportazione, e proprio in corrispondenza dello studio di Aurelio Mistruzzi dove Lea Polgar fu nascosta.


 

“Rendiamo omaggio a due persone che durante gli anni più bui del Novecento, all’indomani dell’emanazione delle leggi razziali del 1938, misero a rischio la propria vita nascondendo famiglie ebree per salvarle dalla furia nazifascista. Tra questi anche Lea Polgar che se oggi è qui con noi è anche grazie a persone come lo scultore e incisore della Santa Sede Aurelio Mistruzzi e sua moglie Melanie Jaiteles. È fondamentale trasmettere e tramandare soprattutto ai più giovani la memoria, cemento che tiene uniti tutti noi nel segno dell’umanità e del rispetto, per costruire un futuro di conoscenza e tolleranza. Ed è per questo che abbiamo avviato un percorso culturale, fatto di educazione, riflessione e studio coinvolgendo in particolar modo gli studenti”, afferma la Sindaca Virginia Raggi.

 

RED

 

Torna all'inizio del cotenuto