Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Memoria, due scuole romane trionfano nel contest europeo 'Mai Più'

Tematica: Scuola - Cultura - Diritti dei cittadini

22 febbraio 2019

 

Il liceo Russell e l’istituto professionale Giulio Verne di Roma hanno conquistato due premi nell’ambito del video contest Mai Più: rispettivamente il primo premio della Giuria e il Premio nazionale.

Il concorso ha registrato la partecipazione di dodici scuole italiane e undici europee.

Il lavoro presentato dai due istituti capitolini nasce dall’adesione al progetto: La psichiatria durante il nazionalsocialismo: disumanità e stigma della malattia mentale, proposto alle scuole secondarie di II grado nella Mappatura dell’anno scolastico 2017/2018.


 

Il progetto prende spunto dalla mostra: Schedati, perseguitati, annientati. Malati psichici e disabili durante il nazionalsocialismo, che si è tenuta presso il complesso del Vittoriano nel 2017 e che ora è visibile in altre città italiane.

La mostra racconta, mediante documentazioni biografiche e fotografiche, un atroce evento storico avvenuto nella Germania nazista: la sterilizzazione forzata e lo sterminio sistematizzato di trecentomila persone tra malati mentali e disabili. È corredata di una sezione sulla psichiatria italiana durante il fascismo, che avallò scientificamente le leggi razziali. Gli studenti delle scuole che hanno aderito al progetto hanno sviluppato la ricerca e approfondito le conoscenze storiche partendo dai documenti e testimonianze presenti nella mostra stessa.


 

Sono 19 i progetti, le iniziative e gli eventi che negli ultimi dodici mesi hanno riguardato Shoah e Memoria. Nel complesso hanno coinvolto 245 istituti, 382 classi e 9.937 studenti. Tra i percorsi coordinati dall’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale anche i viaggi a Fossoli, Sant’Anna di Stazzema e a Marzabotto e presso Auschwitz - Birkenau - Amburgo.


 

“Il riconoscimento ai due istituti conferma e certifica l’importanza della mappatura dei progetti didattici integrativi, cui possono aderire gratuitamente le scuole di Roma. L’offerta formativa presentata, che prevede la suddivisione in 6 aree tematiche (Ambiente e Scienza, Arte e Cultura, Diritti, Intercultura e Pace, Stili di Vita, Storia e Memoria), comprende percorsi educativi finalizzati alla partecipazione ed allo sviluppo del senso di appartenenza alla comunità, con approccio scientifico e inclusivo”, commenta l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.

 

RED

 

Torna all'inizio del cotenuto