Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Commercio su area pubblica, al via spostamento ambulanti piazza Vittorio e via Ferrari

Tematica: Commercio Impresa - Commercio su aree pubbliche - Occupazione Suolo Pubblico per attività Commerciali

19 febbraio 2020

 

Va avanti il piano di delocalizzazione degli ambulanti per salvaguardare decoro urbano, sicurezza e lo stesso commercio. A partire dal 24 febbraio 6 soste a rotazione confluiranno nel mercato Tito Speri, 5 delle quali provenienti da via Ferrari e una da via Settembrini.

 

A queste seguiranno il 2 marzo le 7 postazioni di piazza Vittorio: saranno trasferite in via Napoli, nelle adiacenze del mercato Viminale.

 

I piani di delocalizzazione, approvati dai singoli Municipi in base alle esigenze e criticità di ogni caso, sono coordinati dall’Amministrazione a garanzia della pubblica sicurezza e del decoro cittadino. Per gli operatori vengono adibiti spazi più adeguati all’attività di vendita all’aperto e lontani da incroci stradali pericolosi, ferma restando la tutela della concorrenza rispetto alle differenti tipologie d’offerta commerciale.

 

Come nel caso delle due postazioni di via Ravenna – trasferite una in via Livorno e l’altra in viale delle Provincie – gli spostamenti puntano alla massima condivisione delle decisioni con le associazioni di categoria, rappresentative degli operatori, e con le associazioni dei residenti.

 

Il Campidoglio sottolinea l’utilità del provvedimento a beneficio degli operatori, cui vengono garantiti spazi di vendita idonei e sicuri, ma anche di cittadini, turisti ed esercenti, cui vengono restituite aree rese impraticabili dall’ingombro di banchi, merci e furgoni. Per Roma Capitale è necessario uniformare l’iter delle delocalizzazioni su tutto il territorio, così da garantire la diffusione delle attività nelle zone che ne sono carenti pur avendo potenzialità nel settore del commercio su area pubblica.

 

RED

 

Torna all'inizio del cotenuto