Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Carta d'identità (MINORENNI)

Il documento di riconoscimento è rilasciato in formato elettronico. Eccezionalmente, può essere rilasciato in formato cartaceo, ad urgenza limitatamente alla casistica viaggio con presentazione di biglietto ovvero prenotazione di soggiorno in struttura ricettiva.

Si rende noto che, nell’ambito delle attività intraprese da Roma Capitale per favorire un accrescimento nella fase di rilascio delle CIE, sono state installate nei Municipi ulteriori n. 25 postazioni a ciò dedicate.

Dal 15 luglio 2019, l’attuale sistema di prenotazione "Agenda CIE”, è stato sostituito da una nuova piattaforma, raggiungibile all’indirizzo https://www.prenotazionicie.interno.gov.it/  predisposto dal Ministero dell’Interno per tutti i Comuni. Il nuovo sistema offre ai cittadini nuove funzionalità per semplificare il processo di prenotazione dell’appuntamento per la richiesta di rilascio della CIE presso lo sportello municipale.

Presso i Punti Roma Facile e gli URP sarà assicurato un supporto al fine di favorire lo sviluppo di competenze digitali per i cittadini che ne manifestassero l’esigenza.

L’utente già registrato su Agendacie potrà accedere mediante le credenziali già in suo possesso, mentre il cittadino non registrato potrà accedere previa registrazione.

Si sottolinea che a decorrere dal 1° luglio 2018 non sarà più consentita la prenotazione per il rilascio di CIE mediante il sistema Tupassi né attraverso prenotazione online né attraverso i totem installati presso i Municipi.

Il sistema Tupassi resta valido fino a scadenza contrattuale per le prenotazioni dei restanti servizi anagrafici e restano valide anche tutte le prenotazioni per rilascio CIE già effettuate mediante tale sistema.

Ti potrebbe interessare anche

Descrizione del servizio-documentazione

Il documento di riconoscimento è valido 3 anni (per i minori di anni 3) e valido 5 anni (per i minori tra 3 e 18 anni). Tutti i minorenni che viaggiano all’estero devono essere muniti di documento di riconoscimento.

Per ottenere la carta in versione “non valida per l’espatrio” occorre:

La presenza del minore personalmente allo sportello anagrafico con un documento di riconoscimento, accompagnato almeno da un genitore (o da chi esercita la potestà genitoriale). Se il minore non è in possesso di un documento di identità, è necessaria oltre al genitore la presenza di una persona maggiorenne, munita di documento d'identità valido che in base a fatti concreti (parentela, affinità, vicinato, ecc.) sia in grado di testimoniare l'identità del minore

Inoltre è necessario:

  • compilare il modulo da acquistare presso la cassa del Municipio;
  • produrre una fototessera, in formato cartaceo, recente, su fondo chiaro, posa frontale, a capo scoperto, salvo le esenzioni per motivi religiosi. I tratti del viso devono essere comunque ben visibili, senza occhiali scuri (ovvero in formato elettronico, su supporto usb).

            La foto deve avere le seguenti caratteristiche e dimensioni richieste dal Ministero dell’Interno:

             - definizione immagine almeno 400 DPI;

             - dimensione del file massimo 500 KB;

             - dimensioni della foto: larghezza 35 mm, altezza minima 45 mm;

             - formato del file jpg;

 (Il personale allo sportello non è abilitato a modificare l’immagine).

È obbligatoria la rilevazione delle impronte digitali;

 • codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione.

 

Per ottenere la carta in versione “valida per l’espatrio” occorre:

  • essere cittadino italiano;
  • presentarsi allo sportello con entrambi i genitori (o con chi ne fa le veci), i quali devono dare assenso all’espatrio, firmando e dichiarando sul modulo l’assenza di motivi ostativi all’espatrio.

Se uno dei due genitori non può presentarsi, l’altro dovrà portare l’assenso scritto del genitore assente (modulo) e con fotocopia del documento di identità. In mancanza di tale assenso occorre l’autorizzazione del giudice tutelare;

E' necessaria la firma del minore solo se questi ha compiuto dodici anni.

Le nuove disposizioni prevedono che il minore di 14 anni possa utilizzare la carta di identità valida per l’espatrio rilasciata da chi può dare l’assenso e convalidata dalla Questura o dalle Autorità del Consolato, solo se viaggia in compagnia di uno dei genitori, per la cui identificazione sono riportati sulla carta d’identità i nomi e i cognomi dei genitori, oppure se porta con sé una dichiarazione contenente il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui lo stesso minore è affidato per il viaggio. In entrambi i casi (carta valida o non valida per l’espatrio) in assenza di un altro documento di riconoscimento del minore, è necessaria la presenza di due testimoni in grado di attestarne l’identità. 

Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto