Iscrizione anagrafica

Richiesta - Documentazione

Dopo aver compilato il modello unico ministeriale di dichiarazione anagrafica scaricabile dal portale di Roma Capitale al seguente indirizzo www.comune.roma.it. in ogni sua parte e dopo averlo firmato, lo si potrà trasmettere o consegnare all’ufficio anagrafico del Municipio competente per territorio, con le seguenti modalità:

  • di persona;
  • tramite Posta Elettronica Certificata o posta elettronica ordinaria;
  • con lettera raccomandata.

(allegando fotocopia del documento di riconoscimento del dichiarante).

L’ufficiale d’anagrafe non può accettare domande in carta libera in un formato diverso, o non compilate in tutte le parti obbligatorie.

Nel caso in cui nell’abitazione dove si vuole trasferire la residenza fosse già residente un’altra famiglia, è indispensabile che un suo rappresentante maggiorenne dichiari di essere a conoscenza del nuovo ingresso. In mancanza di questa condizione, la pratica sarà considerata non procedibile.

 

Documentazione: da allegare alla richiesta:

  1. passaporto valido;
  2. permesso o carta di soggiorno in corso di validità;
  3. nell’ipotesi di permesso di soggiorno scaduto, occorre la ricevuta attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo (la suddetta domanda deve essere stata presentata prima della scadenza del permesso di soggiorno o entro sessanta giorni dalla scadenza dello stesso), unitamente al permesso di soggiorno scaduto;
  4. dichiarazione di conoscenza all’ingresso, da parte dell’occupante l’appartamento dove si vuole trasferire la residenza. La dichiarazione di conoscenza potrà essere resa:

               - di persona, accompagnando il dichiarante allo sportello del Municipio;
               - compilando l’apposito campo nel modello unico ministeriale di dichiarazione anagrafica,  allegando una fotocopia (fronte – retro) del documento di identità di chi ha reso la dichiarazione.

  5. codice fiscale;
  6. eventuali atti di nascita- matrimonio-divorzio, rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall’autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all’originale, se il cittadino straniero vuole far risultare nelle certificazioni il proprio stato civile;
  7.  In allegato alla dichiarazione anagrafica, il richiedente dovrà rendere la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, di cui all'art. 47 del D.p.R. 28 dicembre 2000 n 445, corredata dalla informazioni necessarie, al fine di permettere all'Ufficiale d'anagrafe di verificare la veridicità della dichiarazione resa.

Per l’iscrizione anagrafica, coloro che hanno chiesto il permesso di soggiorno ma non lo hanno ancora ricevuto, dovranno presentare:

Soggiorno per motivi di lavoro (circolare Ministero dell’Interno n.43/2007):

  1. passaporto valido;
  2. ricevuta della richiesta di permesso di soggiorno;
  3. nulla-osta dello Sportello unico per l’immigrazione;
  4. contratto di soggiorno stipulato presso lo Sportello unico per l’immigrazione;
  5. se la nuova iscrizione anagrafica viene dichiarata in un appartamento dove già sono residenti altre persone, occorre o la dichiarazione di accettazione al domicilio, allegando la fotocopia del documento d’identità della persona che sottoscrive la dichiarazione, oppure la presenza dell’intestatario scheda anagrafica munito di documento di identità valido;
  6. codice fiscale del richiedente e degli eventuali familiari;
  7. eventuali atti di nascita-matrimonio-divorzio, rilasciati dalla competente Autorità dello Stato Estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall’Autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all’originale se il cittadino straniero vuole far risultare nelle certificazioni il proprio stato civile.

Soggiorno per ricongiungimento familiare (circolare Ministero dell’Interno n.43/2007):

  1. Passaporto valido;
  2. visto d’ingresso per ricongiungimento;
  3. ricevuta della richiesta di permesso di soggiorno;
  4. nulla-osta della Questura o dello Sportello unico per l’immigrazione al ricongiungimento;
  5. presenza dell’intestatario scheda anagrafica in caso di coabitazione munito di documento di identità valido;
  6. eventuali atti di nascita-matrimonio-divorzio, rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall’Autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all’originale, se il cittadino straniero vuole far risultare nelle certificazioni il proprio stato civile.

Rinnovo della dichiarazione di dimora abituale:

i cittadini extra comunitari residenti, quando ottengono il rinnovo del permesso di soggiorno, entro 60 giorni devono rinnovare all’ufficiale di anagrafe la dichiarazione di dimora abituale in Roma, presentandosi personalmente agli sportelli (Decreto Presidente Repubblica n.223/1989, art.7 comma 3).

L’ufficiale di anagrafe comproverà l’avvenuto rinnovo della dichiarazione con la memorizzazione al sistema informatico degli estremi del nuovo permesso di soggiorno.

La mancata dichiarazione comporta, trascorso un anno dalla scadenza del permesso di soggiorno, previo avviso da parte dell’ufficio a provvedere nei successivi 30 giorni, la cancellazione dall’anagrafe della popolazione residente (Decreto Presidente Repubblica n.23/1989 art. 11). 

 

Si informa che al momento di una iscrizione anagrafica e/o cambio di domicilio il numero civico dichiarato deve essere presente nella Banca Dati Toponomastica di Roma Capitale.

Nel caso il numero civico dichiarato non risulti ufficialmente assegnato dall’Ufficio Toponomastica, l’utente deve procedere alla richiesta di assegnazione del numero civico presso l’Ufficio Toponomastica in Via della Greca  5, 4° piano, o tramite il servizio on line sul Portale di Roma Capitale.

Nel caso in cui non sia possibile confermare il numero civico dichiarato, l’Amministrazione procederà alla variazione anagrafica d’ufficio sul numero civico assegnato.

Per le violazioni delle norme sulla numerazione civica è prevista la sanzione amministrativa da € 50,00 a € 300,00 (Regolamento di Polizia Urbana).

 

Costo del servizio: gratuito

Modulistica
Torna all'inizio del cotenuto Gestione Preferenze Cookie