Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Certificati Anagrafici e di Stato Civile - Dal 1 Ottobre 2019 senza prenotazione presso i Municipi

I cittadini residenti  e non residenti in Roma possono richiedere i certificati anagrafici e di stato civile presso i Municipi, compilando un apposito modulo di richiesta ed esibendo un valido documento di riconoscimento.

Dal 1 ottobre 2019, per il rilascio a sportello, su richiesta degli interessati, di certificazioni a vista, di dichiarazioni sostitutive di atti notori ed attestati di soggiorno nonché per la presentazione delle richieste di estratti degli atti di stato civile ed il successivo rilascio non sarà più necessario avvalersi del sistema di prenotazione TUPASSI.

Nello specifico saranno escluse dal sistema di prenotazione le seguenti certificazioni:

1. certificazioni a vista

  • Residenza
  • Stato di famiglia
  • Stato di famiglia per assegni familiari
  • Cittadinanza
  • Godimento diritti politici
  • Godimento storico diritti politici
  • Morte (solo per decessi avvenuti dopo il 1980)
  • Matrimonio – Unione civile
  • Nascita (solo per i nati o trascritti a Roma)
  • Stato libero
  • Certificato storico anagrafico individuale (dopo il 1981)
  • Vaccinazioni
  • Stato di famiglia AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Cittadinanza AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Residenza AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Certificato di esistenza in vita (può essere richiesto solo dall’intestatario o da persona delegata provvista di certificato medico)

Certificati cumulativi:

  • Residenza e cittadinanza
  • Residenza e cittadinanza AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • Residenza e stato libero
  • Residenza, cittadinanza e stato libero per uso matrimonio
  • Residenza, cittadinanza, stato civile, nascita, diritti politici
  • Residenza, cittadinanza, stato civile, nascita, stato di famiglia, diritti politici
  • Nascita, residenza, vaccinazioni

ed inoltre:

  • Residenza del defunto al momento del decesso
  • Stato di famiglia al momento del decesso
  • Storico di famiglia in data
  • CILG – certificato iscrizione liste elettorali
  • Certificato negativo di residenza
  • CNP – certificato di nascita con paternità e maternità fino ai 13 anni di età
  • Certificato di stato libero alla data di emigrazione

2. richieste di avvio di istruttoria per estratti di certificazioni

  • Estratto di nascita per uso
  • Certificato di nascita (nati a Roma non residenti)
  • Estratto di nascita con l’indicazione della paternità e maternità
  • Estratto – certificato di matrimonio – unione civile
  • Estratto – certificato di morte (solo per decessi avvenuti prima del 1980)
  • Copia integrale dell’atto – Nascita – Matrimonio – Unione civile – Cittadinanza - Morte
  • Certificato di stato libero all’epoca dell’emigrazione
  • Certificato di residenza all’epoca del decesso
  • Certificato di residenza o cittadinanza all’epoca del
  • Certificato storico individuale (prima del 1981)

Per gli estratti degli atti di stato civile, di cui al sopracitato punto 2 (necessariamente a rilascio differito in quanto comportano la consultazione degli atti di archivio e la loro conseguente scansione), al momento della richiesta sarà indicata al cittadino una successiva data per il ritiro che potrà avvenire, parimenti, al di fuori del sistema di prenotazione TUPASSI.

3. autentiche, autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive di atto notorio

4. attestati di soggiorno temporanei e permanenti.

 

Eventuali prenotazioni che risultino fin da ora fissate oltre il 30/09/2019 saranno assolte parimenti a vista.

Si rammenta che la richiesta di certificazioni a sportello, rimane assoggettata al pagamento dei diritti di istruttoria e segreteria, oltre che al pagamento dell’imposta di bollo, ove dovuta.

Per le certificazioni a vista, il cui rilascio è attualmente previsto anche in modalità online, permane la gratuità riferita esclusivamente a tale specifica modalità di richiesta, come da Deliberazione dell’Assemblea Capitolina n.128 del 4 dicembre 2018.

Si ricorda che i certificati anagrafici sono validi solo nei rapporti tra privati (legge 12 novembre 2011, n.183). Questo significa che le pubbliche amministrazioni non possono richiedere al cittadino certificazioni anagrafiche ma devono acquisirle d’ufficio.

 

Ulteriori informazioni sono reperibili nella sezione Servizi, Anagrafe e servizi civici, Anagrafe, Certificati Anagrafici di competenza dei Municipi.

 


Nella sezione Contenuti correlati

Certificati Anagrafici e di Stato Civile Online
Consegna a soggetti terzi certificati anagrafici online

 

Data aggiornamento 12/07/2019

Contenuti correlati
Torna all'inizio del cotenuto