Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Provvedimenti a tutela della salute pubblica

Il Dipartimento Politiche Sociali, lavorando in sinergia con i Dipartimenti di Prevenzione delle AA.SS.LL. e con le Unità Organizzative Municipali del territorio comunale, si occupa dell'emanazione dei provvedimenti dirigenziali e sindacali a tutela della salute pubblica a seguito dell'accertamento, da parte del personale ispettivo delle AA.SS.LL. - in particolare del Servizio di Igiene Salute Pubblica - di condizioni igienico-sanitarie particolarmente sfavorevoli.

In materia specificatamente veterinaria, il Servizio provvede a sottoporre alla firma del Sindaco o del Dirigente i provvedimenti di competenza, nell'ambito delle funzioni ad esso attribuite dalle norme nazionali (D.P.R. n. 320 del 1954) e regionali (L.R. Lazio n. 55 del 1980).

Gli esposti e segnalazioni per disagi ambientali e/o igienico-sanitari devono essere presentati al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica (SISP) della ASL competente ovvero al Dipartimento Politiche Sociali, che necessariamente provvede ad inoltrarlo alla ASL, richiedendo la verifica di quanto segnalato e gli eventuali provvedimenti da adottare.

L'esposto deve contenere l'indicazione di tutti i dati anagrafici, la specificazione del tipo di inconveniente igienico denunciato, la località dove si è verificato o si sta verificando ed ogni altra notizia utile all'individuazione della situazione.

Tra i principali provvedimenti vi sono le Ordinanze sindacali di T.S.O. (Trattamento Sanitario Obbligatorio).

Attività e competenze dipartimentali:

Prescrittivi

  • Provvedimenti sanzionatori delle Strutture Sanitarie abusive, relativa istruttoria e contenzioso;
  • Provvedimenti a tutela della salute pubblica a seguito di accertamento di infezioni patogene come la Legionella;
  • Provvedimenti di Dichiarazione di Inabitabilità e Sgomberi, relativa istruttoria e contenzioso;
  • Provvedimenti a tutela della salute pubblica: sgombero rifiuti, pulizia e disinfezione aree private;
  • Provvedimenti di sequestro animali esotici detenuti in assenza di autorizzazione o in condizioni inidonee;
  • Provvedimenti di allontanamento animali da aree private a seguito  accertamento di inconvenienti igienico-sanitari e coordinamento con l’Ufficio Tutela e Benessere degli Animali ed il Canile Municipale (Dirigente/Sindaco);
  • Deficit G6PD (favismo) e corrispondenza connessa;
  • Provvedimenti di Bonifica/Rimozione Amianto da aree private (Dirigente/Sindaco).

Autorizzativi

  • Autorizzazioni Gas Tossici;
  • Autorizzazioni Detenzione e/o Commercio Animali Esotici;
  • Autorizzazioni Sanitarie per l'attività di Scuderie/Centri Ippici/Maneggi;
  • Autorizzazioni sanitarie Pensioni per cani e gatti;
  • Autorizzazioni Strutture Veterinarie: ambulatori, cliniche, ospedali e laboratori veterinari di analisi;
  • Autorizzazioni sanitarie per serre di stabulazione animali;
  • Autorizzazioni sanitarie Laboratori e Allevamenti animali da sperimentazione;
  • Anagrafe Canina e attività relative all’aggiornamento della stessa in sinergia con i Servizi Veterinari del territorio nazionale;
  • Sequestro animali morsicatori pericolosi per la pubblica incolumità;
  • Esche e Bocconi avvelenati: attività di coordinamento con il Gabinetto del Sindaco, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lazio e Toscana e i Servizi Veterinari in funzione delle iniziative finalizzate a scongiurare situazioni di pericolo per la salute pubblica derivante dalla presenza di esche e bocconi avvelenati in aree pubbliche;
  • Attività legate all’aggiornamento del regolamento d’Igiene e veterinario di Roma Capitale in coordinamento con la dirigenza e gli Uffici interessati: Segretariato Generale, Avvocatura Capitolina, Dipartimento Tutela Ambiente, Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive, AA.SS.LL., Assessora delegata alla Promozione della Salute.

Provvedimenti farmaceutici

Rientrano nell’ambito delle competenze dipartimentali tutti gli adempimenti amministrativi inerenti all’attività delle farmacie presenti sul territorio capitolino, tra cui:

  • autorizzazioni nuove aperture sedi farmaceutiche;
  • ampliamenti e/o riduzione superficie sede farmaceutica;
  • modifica patti sociali;
  • trasferimenti titolarità;
  • modifiche e /o trasferimenti locali delle sedi farmaceutiche;
  • mortis causa.

Le istanze da parte dei cittadini interessati, corredate di tutta la documentazione, dovranno essere trasmesse al Servizio Farmaceutico della ASL territorialmente competente che, dopo attenta verifica, provvederà ad inoltrare all’Ufficio Farmaceutico di Roma Capitale l’istruttoria, per l’emissione dell’atto definitivo.

Nelle competenze rientrano anche le funzioni relative alla revisione della Pianta Organica delle sedi farmaceutiche. Roma Capitale, infatti, ha il compito, come ogni altro Comune, di garantire una corretta ed equa distribuzione delle farmacie nel proprio territorio, al fine di assicurare l’accessibilità del servizio farmaceutico anche a quei cittadini residenti in aree scarsamente abitate, cosi come previsto dal  D. L. 24 gennaio 2012 n. 24 convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012 e ss.mm.ii.

 

Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto