Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Autorizzazioni Paesaggistiche

Autorizzazione paesaggistica con procedimento ordinario

Il procedimento ordinario si applica a tutti gli interventi di cui all’art. 1 della L. R. n. 8/12.
Per gli interventi di cui all’Allegato 1 del D.P.R. 139/10, rientranti nella lettera «a» dell’art. 1 della L.R. 8/12, tale procedimento si applica ai soli immobili soggetti a tutela ai sensi dell’art. 136 comma 1 lettera a), b), c) del D.Lgs. 42/04 s.m.i..

Modalità di presentazione
L’istanza deve essere presentata al protocollo dell’Ufficio Autorizzazioni Paesaggistiche del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica, in Viale Civiltà del Lavoro n. 10, unitamente all’attestazione del pagamento dei diritti di segreteria, pari a 300 euro, che può essere effettuato a scelta, con una delle seguenti modalità:
- tramite procedura web accessibile dalla sezione “Servizi on line” del portale Roma Capitale: Servizi di riscossione reversali [vedi sotto in "Contenuti correlati"]
- presso lo Sportello Reversali sito al piano terra del Dipartimento nei giorni di apertura al pubblico (lunedì e giovedì ore 8:30 - 12:30)

 

Documentazione da presentare
La documentazione necessaria all’istruttoria del procedimento ordinario è individuata dal D.P.C.M. del 12/12/2005 ed è indicata nel modello di domanda, da redigere in due copie originali di cui una in bollo (marca da 16.00 €).
 

 

Iter
Ricevuta l’istanza, l‘Ufficio Autorizzazioni Paesaggistiche procede, ai sensi dell’art. 146 del D.Lgs. 42/04 s.m.i., alla verifica della completezza documentale, richiedendo eventuale documentazione integrativa (qualora ritenuta incompleta), valuta la compatibilità paesaggistica dell’intervento secondo i criteri di tutela del vincolo e con i piani paesaggistici. Successivamente trasmette alla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Roma la documentazione allegata all’istanza, unitamente all’istruttoria ed alla proposta di parere dell’Ufficio, dando notizia della trasmissione al richiedente.
Il Soprintendente, entro il termine di quarantacinque giorni dalla ricezione degli atti, rende il parere vincolante, limitatamente alla compatibilità paesaggistica dell’intervento ed alla conformità dello stesso alle disposizioni contenute nel piano paesaggistico. In caso di parere negativo comunica direttamente agli interessati il preavviso di diniego ai sensi art. 10 bis L. 241/1990.
Sulla base del parere espresso dal Soprintendente, ovvero decorso inutilmente il termine suddetto senza che la Soprintendenza abbia espresso il parere, l’Ufficio Autorizzazioni Paesaggistiche emette il provvedimento paesaggistico mediante Determinazione Dirigenziale.

Ritiro dell’Autorizzazione Paesaggistica
L’autorizzazione è ritirata presso l’Ufficio Autorizzazioni Paesaggistiche - Via Civiltà del Lavoro n. 10, nei giorni e orari di apertura al pubblico. Il ritiro può essere effettuato dal richiedente o da persona munita di delega con fotocopia del documento proprio e del delegante, nonché di marca da bollo da 16.00 €. 
Al richiedente verrà consegnata altresì copia completa dei grafici che accompagnano la Determinazione Dirigenziale di Autorizzazione Paesaggistica.
L’amministrazione provvede a trasmettere agli enti interessati copia del provvedimento emesso, dandone comunicazione mediante pubblicazione nella sezione Elenco Autorizzazioni Paesaggistiche Rilasciate.

Ti potrebbe interessare anche
Contenuti correlati
Torna all'inizio del cotenuto