Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Commercio su aree pubbliche con posteggio a rotazione

Domanda di autorizzazione per subingresso, affitto d'azienda o reintestazione

L'Ufficio Gestione Rotazioni si occupa del rilascio di autorizzazioni per il subingresso, l'affitto d'azienda (gestione) e per la reintestazione del titolo, relative agli operatori già facenti parte degli organici delle Rotazioni. L'Ufficio provvede, altresì, alla gestione e alla stampa dei turni di lavoro per questa tipologia di commercio su aree pubbliche.

 

La domanda va presentata presso l'Ufficio Gestione Rotazioni da entrambi i soggetti: titolare e gestore/acquirente/rinunciatario, utilizzando l'apposito modello, corredato di una marca da bollo di euro 16,00.

 

Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

  • contratto di cessione o di affitto di azienda nella forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata, da esibire in originale unitamente ad una copia da allegare alla domanda. In caso di rinnovo, il modello F23 indicando il numero dell'atto.
  • autorizzazione originale
  • bollettini pagamento cosap degli ultimi tre anni (originale e fotocopia)
  • documenti di identità ed eventuale permesso di soggiorno (in originale e fotocopia)

 

Il rilascio del titolo autorizzativo è subordinato al pagamento di euro 100,00

Il termine di adozione del provvedimento finale (determinazione dirigenziale di autorizzazione/revoca) è di 90 giorni.

 

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

- in caso di emanazione di provvedimento di diniego di assegnazione del posteggio, proposizione ricorso al T.A.R.-Lazio entro 60 gg. dalla notifica o conoscenza dell'atto, in alternativa al ricorso al T.A.R.-Lazio, proposizione ricorso straordinario al Presidente della Repubblica  entro 120 gg. 

- in caso di silenzio o inerzia della Pubblica Amministrazione nell'adottare nei termini il provvedimento finale, proposizione, entro un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento, richiesta al T.A.R.-Lazio di accertamento dell'obbligo dell'Amministrazione di provvedere, ai sensi del D.Lgs. 02.07.2010, n. 104

- in caso di inerzia del soggetto tenuto ad adottare nei termini il provvedimento finale, attivazione del potere sostitutivo, ai sensi dell'art. 2, commi 9-bis e 9-ter, della Legge 07.08.1990, n. 241 (vedi apposita sezione del portale di Roma Capitale)

- in caso di inosservanza dolosa o colposa del termine di conclusione del procedimento, istanza al T.A.R.-Lazio per risarcimento del danno ingiusto subito, ai sensi dell'art. 2-bis, c. 1, Legge 07.08.1990, n. 241 e degli artt. 30 e 133 D.Lgs. 02.07.2010, n. 104

- in caso di inosservanza del termine di conclusione del procedimento ad istanza di parte per il quale sussiste l'obbligo di pronunziarsi, richiesta di un indennizzo per il mero ritardo alle condizioni e con le modalità stabilite dalla legge, azionando il potere sostitutivo previsto dall'art. 2, c. 9-bis, della Legge 07.08.1990, n. 241, entro il termine perentorio di 20 gg. dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento, ai sensi dell'art. 28, c. 2, Legge 09.08.2013, n. 98, e dell'art. 2-bis, c. 1-bis, Legge 07.08.1990, n. 241 succ. modifiche.

 

Modalità effettuazione dei pagamenti

Tramite reversale presso la cassa del Municipio I – Via Luigi Petroselli n. 50 (orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:00 - martedì e giovedì anche dalle ore 14:00 alle ore 16:00). Nei giorni Semifestivi (14 agosto, 24 e 31 dicembre) dalle 8:30 alle 12:00.

 

Modulistica
Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto