Segnala

BETA
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Portale Beta 

Carta per la Qualità

Ai sensi dell’articolo 16 delle Norme Tecniche di Attuazione del vigente Piano Regolatore Generale, approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione 18 del 12 febbraio 2008 e pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio il 14 marzo 2008, la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali esprime il parere preventivo per progetti relativi ad elementi inseriti nella Carta per la Qualità e non tutelati per legge (Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 - "Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137").
Il parere viene espresso entro 60 giorni, decorsi i quali è da intendersi favorevolmente reso, ai sensi legge n. 241 del 7 agosto 1990.
Nei casi di Permesso di Costruire il parere viene richiesto dal Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica - U.O. Permessi di Costruire e reso al Dipartimento stesso per il successivo procedimento autorizzativo.
Per A.E.L., C.I.L.A., S.C.I.A. (D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e s.m.i.) il parere deve essere richiesto dai soggetti titolati con l’apposito modello scaricabile.
Per C.I.L.A. la presentazione deve essere effettuata mediante S.U.E.T., allegando la specifica documentazione richiesta per l’espressione del parere.

Interventi in Centro Storico
Gli interventi su edifici o complessi ricompresi in Città Storica all’interno delle mura aureliane (Centro Storico), dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, sono regolati dal Protocollo d’Intesa tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Comune di Roma (prot. 57701 in data 8 settembre 2009).

Casi di esclusione dall’obbligo di acquisizione del parere preventivo: morfologie degli impianti urbani
In riferimento agli elementi che il comma 1 dell’articolo 16 NTA classifica come “Morfologie degli impianti urbani”, la G2 – “Guida per la Qualità degli Interventi”, fornisce indicazioni tese a salvaguardare e a confermare il disegno generale dell'impianto. In questi casi l’esecuzione di opere interne, in quanto regolamentata esclusivamente dalle norme di tessuto, non è subordinata all’acquisizione del parere preventivo ai sensi dell’art. 16.
Riproponendo la distinzione tra interventi interni ed interventi di rilevanza esterna del Protocollo d’Intesa tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Comune di Roma (prot. QI/57701 dell’8 settembre 2009), qualora l’immobile sia individuato in Carta per la Qualità, esclusivamente nelle “Morfologie degli impianti urbani” ed in nessun’altra articolazione di cui al comma 1 art. 16 NTA, gli interventi interni (anche in sanatoria), sono esclusi dalla richiesta di parere preventivo alla Sovrintendenza Capitolina, a prescindere dal titolo abilitativo necessario per la loro esecuzione e dalla categoria di intervento cui gli stessi sono ascrivibili.
In tutti gli altri casi permane l’obbligo di acquisire il parere preventivo della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. (circolare prot. RI/2016/16722 del 14 giugno 2016).


Criteri per la realizzazione di impianti fotovoltaici
Ferma restando la specifica valutazione dei singoli progetti ai sensi dell’articolo 16 delle N.T.A., per i beni censiti in Carta per la Qualità (all’interno delle morfologie e/o censiti individualmente), nella circolare (prot. RI/2016/16722 del 14 giugno 2016) sono indicati i criteri per il posizionamento dei pannelli solari/fotovoltaici.

Criteri per la realizzazione di canne fumarie
Ferma restando la specifica valutazione dei singoli progetti ai sensi dell’articolo 16 delle N.T.A., per i beni censiti in Carta per la Qualità (all’interno delle morfologie e/o censiti individualmente), in merito alla installazione di canne fumarie la circolare prot. RI/2016/16722 del 14 giugno 2016 indica i criteri operativi.

Presentazione delle istanze di parere:
L’istanza di parere, ad esclusione di C.I.L.A., che devono essere presentate on line (S.U.E.T.) va consegnata in piazza Lovatelli, 35 al Protocollo della Sovrintendenza, previo versamento, presso lo sportello dell’Economato, di Euro 20,00 per diritti di istruttoria.

Ricevimento del pubblico:
È possibile incontrare, previo appuntamento, i funzionari responsabili il martedì e giovedì (9.00 - 13.00).
Prenotazione appuntamento:
telefonare allo 06 6710 71922 dal lunedì al venerdì 9.00 - 13.00
inviare mail a: ilaria.flora@comune.roma.it


Ufficio Protocollo
piazza Lovatelli, 35 - piano primo - 00186 ROMA
Tel.: 06 6710.4767— 06 6710.4768
Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; martedì e giovedì 14.00-16.00
Ufficio Economato
piazza Lovatelli, 35 – piano terra - 00186 ROMA
Tel.: 06 6710.4273 — 06 6710.4271 — 06 6710.6701
Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; martedì e giovedì 14.00-16.00

Ti potrebbe interessare anche
Link esterni
Torna all'inizio del cotenuto