Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Villa Leopardi Dittajuti - Municipio II

Ingresso: via Nomentana 383, via Makallè


Municipio II - superficie 20.000 mq


La villa ricade su di un’area un tempo agricola e poi trasformata in una tipica residenza di fine Ottocento dai suoi proprietari, i conti Leopardi Dittajuti, nobili marchigiani. La costruzione dell’edificio principale fu avviata nel 1905, con uno stile neo-medievale, molto rifinito e arricchito da decorazioni.
Attualmente il casino padronale è inutilizzato e in attesa di lavori di restauro e consolidamento, mentre il muretto di cinta è stato interamente ricostruito ed è stata realizzata una recinzione moderna tutto intorno alla villa: solo una parte dei cancelli è originale e rappresenta un pregevole esempio di lavorazione del ferro e della ghisa; degna di attenzione è una piccola fontana in stile neo-gotico.
Nel 1975 il complesso è stato espropriato dal Comune di Roma e destinato a parco pubblico. All’interno della villa sono presenti due edifici minori destinati a Biblioteca comunale e a Centro anziani del Municipio. Il giardino è popolato di lecci, pini ed allori, ma vi sono anche alcune essenze vegetali considerate invadenti quali ailanto e robinia, che invece nel passato erano ritenute di pregio in quanto di provenienza esotica.

Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto