Casa Digitale del Cittadino
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Villa Torlonia - Municipio III

Ingresso: via Nomentana 70, via Siracusa, via L.Spallanzani


Municipio III - superficie 140.000 mq


Villa Torlonia, la più recente delle ville nobiliari romane, conserva ancora oggi un particolare fascino dovuto all’originalità del giardino paesaggistico all’inglese e alla ricca e inaspettata quantità di edifici ed arredi artistici disseminati nel parco. Originariamente proprietà agricola della famiglia Pamphili, venne acquistata alla fine del Settecento dal banchiere Giovanni Torlonia che commissionò a Giuseppe Valadier il progetto di trasformazione della proprietà agricola in propria residenza, attraverso la realizzazione del Casino Nobile e del Casino dei Principi.
Nel 1832, l’erede Alessandro Torlonia proseguì i lavori di abbellimento, attraverso la costruzione di altri fabbricati, tuttora visibili come il Tempio di Saturno, le finte rovine di gusto neo-classico, una Tribuna con fontana, un Anfiteatro e la caratteristica Caffè-house.

La sistemazione del verde, nell’area meridionale del parco ricalcava il gusto dei giardini romantici, con l’inserimento di laghetti, viali irregolari e nuovi edifici concepiti secondo lo spirito eclettico: la Capanna Svizzera, la Serra, la Torre, la Grotta Moresca e il Campo per tornei.
Dopo un lungo periodo di abbandono, la villa divenne negli anni Venti residenza della famiglia Mussolini. Nel 1978 villa Torlonia è stata acquisita dal Comune di Roma e trasformata in parco pubblico. Attualmente la villa ha riacquistato l’antico splendore, offrendo al pubblico tre sedi museali espositive: il Museo della Casina delle Civette, dedicato alla vetrata artistica, il Museo del Casino Nobile, che ospita il Museo della Villa e la collezione della Scuola Romana, il Casino dei Principi sede dell’archivio della Scuola
Romana e spazio per mostre temporanee. Un gradevole punto di ristoro si trova presso la Limonaia e, nell’attiguo Villino Medioevale, ha sede la ludoteca Technotown.

Nella villa coabitano lecci, bambù, robinie, palme azzurre e palme della California; interessante è la presenza di castagni secolari e alberi da frutta sparsi in tutto il parco: fichi, ciliegi, susini, meli, melangoli. Presso l’entrata da via Siracusa è presente un’area giochi per bambini, mentre limitrofa all’ingresso di via Spallanzani è attivo un frequentato Centro Anziani.

Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto