Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale

Accesso Civico - Nei confronti del provvedimento finale

ACCESSO CIVICO “SEMPLICE”

In caso di inerzia da parte del Responsabile per la Trasparenza o del titolare del potere sostitutivo:

- Ricorso (entro 30 giorni dalla conoscenza della determinazione impugnata o dalla formazione del silenzio) al Difensore civico competente per ambito territoriale (Difensore civico della Città Metropolitana di Roma Capitale  - Via IV Novembre, 119- cap. 00187, tel. +39.06.6766.7117 fax +39.06.6766.7386 - http://www.cittametropolitanaroma.gov.it/altri-organismi/2-uncategorised/308-difensore-civico) con notifica anche all’Amministrazione interessata.

- Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, entro 30 giorni dalla conoscenza della determinazione impugnata o dalla formazione del silenzio (o dalla data di ricevimento da parte del richiedente dell’esito della sua eventuale istanza al difensore civico), mediante notificazione all'amministrazione e ad almeno un controinteressato - in forma di atto legale giudiziario mediante patrocinio di un avvocato o presentato personalmente senza l'assistenza di un difensore.

 

ACCESSO CIVICO  GENERALIZZATO

(da parte del soggetto controinteressato)

opposizione, anche per via telematica, entro 10 gg. dalla ricezione della comunicazione della richiesta di accesso generalizzato.

 

Nei confronti del provvedimento finale:

  • Nei casi di diniego totale o parziale dell'accesso o  di mancata risposta entro i termini: 

(Da parte del richiedente)

 

- Richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza  (Via del Campidoglio, 1 – cap. 00186, tel. 06/671071643 – fax 06/67103412)

 

In alternativa:

Ricorso - entro 30 giorni dalla conoscenza della determinazione impugnata o dalla formazione del silenzio - al difensore civico competente per ambito territoriale (Difensore Civico della Città Metropolitana di Roma Capitale - Via IV Novembre, 119 A- cap. 00187, tel. +39.06.6766.7117 fax +39.06.6766.7386 - http://www.cittametropolitanaroma.gov.it/altri-organismi/2-uncategorised/308-difensore-civico) con notifica anche all’Amministrazione interessata.

Il ricorso al Difensore Civico interrompe i termini per presentare ricorso al TAR.

 

Avverso la decisione o a fronte dell’inerzia dell'amministrazione competente o - in caso di richiesta di riesame - avverso quella del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza:

Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, ai sensi dell’art.116, Allegato al D.Lgs n.104/2010 e ss.mm.ii., entro 30 giorni dalla conoscenza della determinazione impugnata o dalla formazione del silenzio (o dalla data di ricevimento da parte del richiedente dell’esito della sua eventuale istanza al difensore civico), mediante notificazione all'amministrazione e ad almeno un controinteressato  - in forma di atto legale giudiziario mediante patrocinio di un avvocato o presentato personalmente senza l'assistenza di un difensore.

 

  • Nei casi di accoglimento della  richiesta di accesso:

(Da parte del controinteressato)

 

-          Richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza ……………………………………………………………………………………….

 

In alternativa:

- Ricorso - entro 15 giorni dalla conoscenza della determinazione impugnata o dalla formazione del silenzio - al difensore civico competente per ambito territoriale (Difensore civico della Città Metropolitana di Roma Capitale - Via IV Novembre, 119 A- cap. 00187, tel. +39.06.6766.7117 fax +39.06.6766.7386 - http://www.cittametropolitanaroma.gov.it/altri-organismi/2-uncategorised/308-difensore-civico) con notifica all’Amministrazione interessata.

 

Avverso la decisione dell'amministrazione competente o - in caso di richiesta di riesame - avverso quella del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza:

Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, entro 15 giorni dalla conoscenza della determinazione impugnata (o dalla data di ricevimento da parte del controinteressato dell’esito della sua eventuale istanza al difensore civico), mediante notificazione all'amministrazione e ad almeno un altro controinteressato  - in forma di atto legale giudiziario mediante patrocinio di un avvocato o presentato personalmente senza l'assistenza di un difensore.

Torna all'inizio del cotenuto