Segnala

Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Piano di Azione e Mappa acustica strategica Agglomerato di Roma (ex Dlgs n.194/2005 e ss.mm.ii.)

Descrizione del servizio

In questa pagina sono pubblicati i documenti relativi agli adempimenti degli agglomerati, ai sensi del D. Lgs n. 19 agosto 2005, n. 194 "Attuazione della direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale" e ss.mm.ii. - adozione del Piano di Azione -  anno 2018 dell'Agglomerato di Roma.

Obiettivi della direttiva 2002/49/CE  sul rumore ambientale

L'obiettivo della direttiva UE è quello di integrare, in materia, l’azione degli Stati membri per giungere a un concetto comune della problematica del rumore ambientale, attraverso la valutazione dell’esposizione al rumore ambientale della popolazione mediante la mappatura acustica, realizzata sulla base di metodi di determinazione comuni agli Stati membri, con livelli acustici rilevati, ordinati e presentati secondo criteri confrontabili, per l’adozione di misure a breve, medio e lungo termine secondo linee strategiche di intervento per risanare le situazioni di inquinamento, ma anche per tutelare le zone caratterizzate da una buona qualità acustica, focalizzando l’attenzione sull’esposizione alle immissioni acustiche derivanti in particolare dalle infrastrutture di trasporto.

In adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea, con decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 194 “Attuazione della direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale”, sono state ridefinite competenze e procedure volte al conseguimento degli obiettivi della direttiva medesima.

Modalità di conseguimento degli obiettivi

Il D.Lgs. 194/2005 prescrive:

- L’elaborazione delle mappature Acustiche e delle Mappe Acustiche Strategiche per determinare quale sia l’esposizione al rumore ambientale;

- L’elaborazione a l’adozione di Piani di Azione atti a evitare e ridurre gli effetti nocivi del rumore ambientale;

- di assicurare l’informazione e la partecipazione del pubblico in merito al rumore ambientale e ai relativi effetti.

In riferimento a tali compiti, ai fini dell’attuazione degli adempimenti in merito alla Mappatura acustica strategica e ai Piani di azione, devono essere individuati dagli stati membri gli “Agglomerati”, cioè aree urbane non necessariamente definite da confini amministrativi con popolazione complessiva superiore ai 100.000 abitanti nonché le autorità competenti all’elaborazione e trasmissione degli adempimenti indicati.

Il D.Lgs 194/2005 attribuisce alle Regioni la competenza di individuare, sul proprio territorio, gli “agglomerati” e l’autorità competente per l’elaborazione e la trasmissione degli adempimenti sopra citati; la Regione Lazio, con delibera G.R. del 3 agosto 2007 n. 663, ha conferito al Comune di Roma l’incarico di Autorità competente individuandolo anche come “Agglomerato” nei suoi confini amministrativi attualmente coincidenti, in vigenza di ordinamento transitorio, con quelli di Roma Capitale.

 

Data di pubblicazione: 17/01/2020.

 

 

 

Torna all'inizio del cotenuto