Casa Digitale del Cittadino
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà

Descrizione del servizio

Con la Legge 23 dicembre 1998, n. 448 contenente “Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo” (G.U. n. 302 del 29 dicembre 1998, s.o. 210/L), all’art. 31 è stata offerta, ai Comuni, la possibilità di cedere in proprietà le aree comprese nei P.E.E.P già concesse in diritto di superficie ex art. 35 della legge 865/71 e la possibilità di sostituire le convenzioni stipulate per la cessione della proprietà con i vincoli condizionanti il libero godimento degli immobili stessi, ai sensi dell’art. 35, Legge 865/71, con una nuova convenzione, di cui all’articolo 8, commi primo, quarto e quinto  della L. 10/77, oggi art.18 del D.P.R. 380/2001.
 

Con Delibera di C.C. n.54 del 31.03.2003 “Cessione in proprietà ai sensi della legge 23.12.1998, n.448 art.31 commi da 45 a 50 delle aree comprese nei Piani di Zona approvati in attuazione delle legge 18.04.1962 n. 167, già concesse in diritto di superficie ai sensi della legge 22.10.1971 n.865, art.35, comma quarto”, si è provveduto alla stima del valore di cessione delle aree di alcuni P. di Z. relativi al I e II P.E.E.P. interamente acquisiti al patrimonio comunale.
L'importo da corrispondere per l'acquisto dell'area viene calcolato, sulla base del valore di stima cui dovranno essere detratti gli oneri versati al momento della stipula dell’atto notarile di concessione del diritto di superficie ovvero alla stipula della convenzione di assegnazione delle aree, per l'acquisizione del "diritto di superficie", rivalutato secondo gli indici ISTAT.
La trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà avverrà a seguito di proposta da parte dell’Amministrazione di Roma Capitale e di accettazione da parte dei singoli proprietari degli alloggi e loro pertinenze, nonché degli assegnatari delle cubature non residenziali, per la quota millesimale corrispondente, dietro pagamento del corrispettivo di cessione.

Con Delibera di A.C. n. 55 del 25.07.2011 “Autorizzazione, ai sensi dell’art.31 della L. n.448/1998, alla cessione in proprietà delle aree relative ai Piani di Zona del I e II P.E.E.P.  Aggiornamento delle stime già approvate con deliberazione C.C. n.54 del 31.03.2003 ed approvazione delle stime del valore delle aree di nuovi Piani di Zona...”.sono state quindi aggiornate alcune stime già approvate ed approvate le stime di nuovi ulteriori Piani di Zona.
Sul pagamento del corrispettivo di cessione verranno applicate le seguenti agevolazioni:

  • riduzione del 20% dell’importo dovuto, a favore di coloro che aderiscono alla cessione entro e non oltre il termine di 1 anno dalla data di approvazione della delibera G.C. n. 297 del 19.10.2012
  • riduzione del 10% dell’importo dovuto, a favore di coloro che aderiscono alla cessione dopo il 1° anno ed entro il termine di 2 anni dalla data di approvazione della delibera G.C. n. 297 del 19.10.2012
  • ulteriore riduzione pari al 10 % dell’importo determinato per la suddetta cessione delle aree, nei casi in cui l’adesione alla cessione risulti estesa a tutti gli assegnatari e/o acquirenti di ciascun stabile.
     

Con Delibera di G.C. n. 297 del 19.10.2012 “Approvazione delle stime del valore delle aree dei Piani di Zona Valmelaina, Casal Boccone, Casale del Castellaccio per la cessione in proprietà, in esecuzione della deliberazione Assemblea Capitolina n. 32 del 23.07.2012”, sono state autorizzate alla cessione ulteriori P. di Z.
La Delibera determina di procedere alla cessione in proprietà delle aree dei Piani di Zona alle condizioni specificate nella deliberazione n. 55/2011 ai punti a), c) e d).
Sul pagamento del corrispettivo di cessione verranno applicate le seguenti agevolazioni:

  • riduzione del 20% dell’importo dovuto, a favore di coloro che aderiscono alla cessione entro e non oltre il termine di 1 anno dalla data di approvazione della delibera G.C. n. 297 del 19.10.2012
  • riduzione del 10% dell’importo dovuto, a favore di coloro che aderiscono alla cessione dopo il 1° anno ed entro il termine di 2 anni dalla data di approvazione della delibera G.C. n. 297 del 19.10.2012
  • ulteriore riduzione pari al 10 % dell’importo determinato per la suddetta cessione delle aree, nei casi in cui l’adesione alla cessione risulti estesa a tutti gli assegnatari e/o acquirenti di ciascun stabile.

Con Delibera di G.C. n.240 del 22.05.2013 “Approvazione di un nuovo termine per l’applicazione delle agevolazioni, di cui alla deliberazione Assemblea Capitolina  n.55/2011, per la trasformazione in diritto di proprietà delle aree in diritto di superficie relative ai Piani di Zona del I e II P.E.E.P. Approvazione della stima delle aree del Piano di Zona Laurentino":

  • la stima del P. di Z. Laurentino  è stata successiva aggiornata con la richiamata deliberazione dell’Assemblea Capitolina n. 55/2011
  • concede la riapertura dei termini delle agevolazioni applicate sul pagamento del corrispettivo di cessione, per un periodo di mesi 6 (sei) dalla data di approvazione della Delibera G.C. n.240/2012, per ususfruire dello sconto del 20% di cui alla deliberazione Assemblea Capitolina  n.55/2011 e del 10% nei 6 (sei) mesi successivi al suddetto periodo.

Con la Delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri dell’ A.C. n.40 del 6.05.2016, “ sono stati altresì approvati i criteri per l’eliminazione dei vincoli relativi al prezzo Massimo di Cessione e sono stati  approvati i criteri per la determinazione del valore venale delle aree P.E.E.P. per la cessione in proprietà delle aree e affrancazione dai vincoli.

Tutti i proprietari degli alloggi e di edifici non residenziali, compresi nei piani di zona sottoriportati, possono richiedere la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà per la parte di loro spettanza, attualmente i Piani di Zona in cessione sono 14:

         • Acilia (PdZ 10V)
         • Casal Boccone (PdZ C14) 
         • Casale del Castellaccio (PdZ D4) 
         • Casilino (PdZ 23) 
         • Dragoncello (PdZ 11V) 
         • Laurentino (PdZ 38)
         • Palocco (PdZ 53) 
         • Serpentara II (PdZ 5) 
         • Spinaceto (PdZ 46) 
         • Tor De Cenci (PdZ 47 48) 
         • Torraccia (PdZ C1)
         • Torresina (PdZ B32)
         • Torrevecchia II (PdZ 80) 
         • Val Melaina (PdZ 6)

L’entrata in vigore del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 28.09.2020, n.151 “Regolamento recante rimozione dei vincoli di prezzo gravanti sugli immobili costruiti in regime di edilizia convenzionata”, non ha modificato la procedura di Calcolo della Trasformazione.

4.08.2021
Si informa che, al fine di apportare adeguamenti tecnici ed amministrativi, resisi necessari dall'entrata in vigore della L. 108 del 29.07.2021 che modifica l'art. 31 della L. 448/1998, le procedure di rimozione del vincolo del prezzo massimo di cessione (affrancazione) e trasformazione (da diritto di superficie in diritto di piena proprietà), sono da considerarsi in corso di adeguamento.
Si invita a non utilizzare il foglio di calcolo posto a disposizione sul sito Internet istituzionale di questa Amministrazione.
Si assicura una rapida e completa riattivazione delle procedure in parola informando comunque che le fattispecie non ancora concluse mediante sottoscrizione di atto notarile di convenzione integrativa saranno soggette alla nuova disciplina.


Contatti
trasformazionedirittosuperficie.urbanistica@comune.roma.it

Elisabetta Miccinilli - tel. 06 67105998
Di Gioia Valentina - tel. 06 671073422
Minieri Filomena Francesca – tel. 06 67106481
F.A. Simonetta Rosito - Tel 06 671072052

--
Data ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2021

Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto