Casa Digitale del Cittadino
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Concessione sosta personalizzata riservata a persone con disabilità

Il cittadino con disabilità residente a Roma, in possesso del contrassegno invalidi, della patente di guida speciale e di un veicolo con comandi adattati e che non ha la disponibilità o il possesso di posto auto e/o box auto privato né condominiale con adeguati requisiti di accessibilità, può richiedere uno spazio sosta personalizzato con concessione in prossimità della propria abitazione o della sede di lavoro o studio seguendo le indicazioni riportate nel modello "Allegato 1 - richiesta spazio sosta personalizzato" (vedere istruzioni a seguire).

In deroga a quanto sopra prescritto, lo spazio sosta può essere richiesto per soggetto minorenne  da parte dei genitori o se maggiorenne da parte di tutori, utilizzando il modello "Allegato 1 - richiesta spazio sosta personalizzato", senza necessità di richiesta del parere di commissione di valutazione (vedere istruzioni a seguire).

Nei casi in cui non si possiede patente speciale e autovettura con comandi adattati, né si è minorenni o soggetti sottoposti a Tutela, lo spazio di sosta personalizzato può essere concesso a determinate categorie di soggetti con disabilità grave (L.104/92 art. 3 c. 3), a condizione che venga rilasciato il parere favorevole della Commissione Valutativa. In questo caso, la richiesta deve essere presentata all’Ufficio Protocollo del Municipio sede della Commissione Valutativa (le Commissioni sono 5, una per ogni ASL), compilando il modello "Allegato 2 - richiesta parere commissione di valutazione".

Acquisito il parere favorevole all’assegnazione del posto personalizzato riservato a persona con disabilità, si procede alla richiesta con formale domanda seguendo le indicazioni riportate nel modello "Allegato 1 - richiesta spazio sosta personalizzato". 

Istruzioni per la consegna della domanda con modulo Allegato 1 (domanda con patente speciale e veicolo adattato, oppure per un minore o dopo parere favorevole della commissione valutativa)

N.B. La presentazione della domanda varia a seconda della via in oggetto.

Se la via ricade fra quelle che rientrano nella viabilità principale (verificare nell’allegato “Estratto Annesso D”), oppure è una via dove sono presenti parcheggi tariffati (strisce blu) la domanda, corredata di tutta la documentazione, va consegnata o inviata al Dipartimento di Mobilità e Trasporti con le seguenti modalità:

POSTA:  Ufficio Diversamente Abili - Dipartimento Mobilità e Trasporti - via Capitan Bavastro 94, 00154 Roma

- PEC protocollo.mobilitatrasporti@pec.comune.roma.it (allegare anche il modulo Assolvimento imposta di bollo)

DI PERSONA: Ufficio Protocollo, Via Capitan Bavastro 94, Primo Piano, scala A, stanza 141, solo su appuntamento Mercoledì e Giovedì ore 9:00 -12:00  tramite il sistema unico di prenotazione dei servizi "TuPASSI"   (NB selezionare il servizio "Protocollo").   

L'ingresso al pubblico è sito in Via Capitan Bavastro 94 (accesso persone con disabilità Via Capitan Bavastro 92). Non sarà consentito l'ingresso se sprovvisti di mascherina e se si riscontra una temperatura corporea superiore ai 37,5°. La temperatura sarà misurata all'ingresso.

All’accoglimento della domanda e dopo la verifica di tutti i requisiti, entro il termine di  60 giorni il Dipartimento Mobilità e Trasporti emette il provvedimento amministrativo di istituzione dell’area di sosta per le persone con disabilità. In seguito, la realizzazione materiale dello stallo è ad opera di ATAC S.p.a se in area tariffata o del Dipartimento Mobilità e Trasporti se in area non tariffata ricadente su viabilità principale.

Se la via non rientra nei casi sopra indicati ed è quindi appartenente alla viabilità locale, il modulo va consegnato, completo di documentazione, al Reparto UITSS del Gruppo di Polizia Roma Capitale del Municipio competente per territorio, che  provvederà all’istruttoria.

Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto